AGCOM ha confermato nuovi obblighi per le variazioni contrattuali

AGCOM ha confermato nuovi obblighi per le variazioni contrattuali

AGCOM ha confermato nuovi obblighi per le variazioni contrattuali

In attesa che da aprile la fatturazione mensile diventi obbligatoria per operatori TLC e pay-tv, l’AGCOM con la delibera 496/17/CONS ribadisce la modalità con qui bisognerebbe comunicare gli utenti prezzi, tempi e modalità di pagamento La prima novità riguarda la tempistica: gli operatori dovrebbero segnalare ai clienti eventuali modifiche contrattuali – che non comportino il diritto di recesso – almeno 60 giorni prima rispetto all’applicazione. Ad esempio rientrerebbe in questo caso proprio la transizione alla fatturazione mensile prevista dal Decreto Fiscale (legge 172/2017).

AGCOM ha confermato nuovi obblighi per le variazioni contrattuali

Fonte
AGCOM ha confermato nuovi obblighi per le variazioni contrattuali
In pratica, a meno di colpi di scena, tutte le comunicazioni relative agli abbonamenti o contratti in essere dovrebbero essere spedite entro il 5 febbraio.
Nel caso in cui la variazione riguardi le tariffe o altri dettagli importanti, e quindi la possibilità di diritto di recesso, rimane l’indicazione di comunicare entro 30 giorni.
Fondamentale che ogni tipo di informazione venga menzionata in maniera chiara e trasparente sulle home page dei siti degli operatori e anche tramite call center, aree di self care dei siti web ed app. I clienti di rete fissa hanno diritto a ricevere queste informazioni sia tramite apposita comunicazione allegata alla fattura, sia tramite chiamata diretta effettuata dall’operatore, anche tramite sistemi IYF- (interactive voice response).

Lo stesso deve avvenire per quelli mobili via SMS, l’app di self care e, nel caso in cui l’utente fruisca di servizi post-pagati, attraverso la documentazione di fatturazione. Per quelli delle TV a pagamento si parla di documentazione di fatturazione e comunicazione inviata alla set-top box.
Al solito anche questa delibera potrà eventualmente essere impugnata davanti al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio entro 60 giorni dalla pubblicazione sul sito web
Il Governo ha posto la fiducia all’emendamento per il ritorno alla fatturazione mensile. Telco e operatori pay-TV avranno 120 giorni per la rimodulazione.

AMCOMPUTERS

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Lascia un commento