Android Nearby Share: la nuova condivisione dei file

Android Nearby Share: la nuova condivisione dei file

Android Nearby Share: la nuova condivisione dei file

Una nuova funzione è in arrivo per i dispositivi Android

per condividere foto, video e documenti nelle vicinanze.

Si tratta di Nearby Share, la risposta di Google alla funzione

AirDrop di Apple, in fase di roll out solo per una selezione

di smartphone Pixel e Samsung.

 

In altre parole, la nuova modalità di connessione sviluppata

da Google per funzionare senza il supporto di reti Wi-Fi o dati.

 

Nearby Share permetterà anche la condivisione di app Android tra utenti

il tutto senza la necessità di essere connessi a una rete internet.

Android Nearby Share: la nuova condivisione dei file

Fonte

Android Nearby Share: la nuova condivisione dei file

 

In altre parole, la nuova condivisione dei file e accessibile mediante il Play Store

in particolare verrà integrata un’opzione nel menù di condivisione delle app

 

La condivisione dell’app avverrà con una velocità considerevole se rapportata alle velocità

standard di download tuttavia, si tratta di una connessione peer-to-peer, la quale tornerà

molto utile soprattutto nel caso di app di dimensioni considerevoli

come i giochi e file di dimensioni molto grandi.

 

Android Nearby Share: la nuova condivisione dei file

Tuttavia, Esistono già una manciata di soluzioni P2P, inclusa l’app File di Google

ma questo metodo del Play Store sembra essere molto più semplice e familiare da usare.

Google ha posto le basi per questa funzione dal 2018 e ora si avvicina al lancio mondiale.

 

In conclusione, Google afferma che questa funzionalità fa parte di un prossimo

aggiornamento” che sarà disponibile nelle “prossime settimane”.

Il supporto dei Chromebook era considerato qualcosa in lavorazione per Nearby Share.

 

Android Nearby Share: la nuova condivisione dei file

Il colosso Google mette a disposizione tutte le rinnovate tecnologie per il fabbisogno

giornaliero dell’utente per avere tutto il necessario per sfruttare al massimo

il propio smartphone Android

 

In conclusione, L’azienda ha anche annunciato che la funzione sarà estesa ai Chromebook

a partire dai prossimi mesi, per condividere file anche con i dispositivi

con sistema operativo Chrome OS.

AMCOMPUTERS

[Voti: 1   Media: 5/5]

Lascia un commento