Asus Zenfone Zoom S lo smartphone duro a morire

Asus Zenfone Zoom S lo smartphone duro a morire

Asus Zenfone Zoom S lo smartphone duro a morire

Annunciato ormai diversi mesi fa ma in procinto di fare il proprio ingresso ufficiale sul mercato italiano solo nel corso delle prossime settimane, ASUS Zenfone Zoom S è un prodotti di fascia medio-alta che ha nella doppia fotocamera e nella batteria da 5000 mAh i suoi indiscussi punti di forza.

Questo ASUS Zenfone Zoom S non ha infatti, purtroppo, una vera e propria identità personale, apparendo più che altro come una accozzaglia di soluzioni già viste e miscelate in un design ibrido che non può certo lasciar soddisfatti gli utenti che cercano uno smartphone funzionale ma che tengono in considerazione anche l’aspetto esteriore.

Asus Zenfone Zoom S lo smartphone duro a morire

Asus Zenfone Zoom S lo smartphone duro a morire

Purtroppo la batteria da 5000 mAh necessità un certo quantitativo di spazio e quindi ecco che per contenere lo spessore Asus ha dovuto allargare lo smartphone rendendo praticamente impossibile l’impugnatura ad una sola mano, complice anche la finitura dello chassis che è abbastanza liscia e scivolosa. Praticamente irraggiungibile anche il sensore per il riconoscimento delle impronte che, per quanto rapido e preciso, ho utilizzato, in sostanza, solo in fase di configurazione.

Parliamo di una unità da 5.5 pollici di diagonale e risoluzione FullHD, ovvero 1920×1080 pixel. Interessante il fatto che si tratti di un display AMOLED



Fortunatamente ASUS ha integrato nelle impostazioni del display stesso la possibilità di modificare la calibrazione del pannello regolando saturazione e bilanciamento del bianco. Presenti anche quattro preset tra cui il miglior compromesso mi è sembrato quello denominato “filtro luce blu”.

Molto buona la visibilità anche quando esposto alla luce del sole per via dell’altissimo contrasto e sicuramente ottimo anche l’angolo di visione che non soffre di particolari decadimenti anche molto lontano dall’angolo di visione ottimale.

Asus Zenfone Zoom S lo smartphone duro a morire

Materiali: alluminio, antenne in plastica, Gorilla Glass 5
Dimensioni e peso: 154,3 x 77 x 7.9 mm / 170 grammi
Display: 5.5″ AMOLED, 1920×1080 pixel
OS: Android OS v6.0.1 con ZenUI
Processore: Snapdragon 625: octa-core 64bit up to 2.3GHz / GPU Adreno 506
Fotocamera posteriore: 12MP+12MP, lente 28mm f/1.7 e zoom ottico 2.3x, AF Laser
Registrazione Video:: 4K @30fps, 1080p @30 e @60fps
Fotocamera anteriore: 8 MP con autofocus / registrazione video 1080p@30fps
Memoria: 4GB di RAM e 128GB di memoria integrata espandibile
Connettività: LTE, Wi-Fi ac Dual Band, GPS/GLONASS, Bluetooth 4.2, USB-C 3.1
Batteria: 5,000mAh con ricarica rapida
Altro: Sensore per impronte
Nella media la ricezione del segnale mentre dobbiamo sicuramente sottolineare la bontà dell’audio in chiamata, sempre pulito e con volume molto alto sia in capsula che in vivavoce. Buono l’audio in generale, anche per quanto riguarda la riproduzione di contenuti multimediali per i quali, come anche per il vivavoce, abbiamo la possibilità di attivare una modalità apposita per l’utilizzo in esterna. Si tratta di una calibrazione che aumenta il volume dei toni alti e medi, in modo da migliorare l’ascolto in presenza degli immancabili rumori dell’ambiente che ci circonda.

Presente ovviamente il WiFi, in versione dual-band, e non manca nemmeno il Bluetooth 4.2, oltre che GPS con A-GPS e GLONASS. Niente NFC, purtroppo, una mancanza che con l’incremento dei sistemi di pagamento mobile si farà sempre più importante con il passare del tempo.

AMCOMPUTERS

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Lascia un commento