Atari la storica Console ritorna sul mercato

Atari la storica Console ritorna sul mercato

Atari la storica Console ritorna sul mercato completamente ridisegnata la storica console torna a fine 2019 con il nome Atari 2600 Vcs.

Atari fu la prima console da gioco commercializzata tra il 1977 e il 1991 di successo, mentre la nuova versione è stata ridisegnata per cantastare i colossi del gaming

Nel 2016 Nintendo lancia la linea Nintendo Classic Mini, delle console miniaturizzate che riprendevano la foggia e i giochi del primo Nintendo

Il 2018 è stato il momento di Sony con la PlayStation Classic, versione mignon della sua prima console.

Tra queste quindi sembrava chiaro far rinascere anche l’Atari.

Descritta come un emulatore in grado di riportare in vita oltre cento giochi del lontanissimo passato, da Pong e Missile Command passando per Adventure, sarebbero poi arrivati dei titoli nuovi di zecca e avrebbe avuto la possibilità di leggere anche giochi in streaming.

Atari la storica Console ritorna sul mercato

Fonte

Atari la storica Console ritorna sul mercato

All’esterno offre una scocca retrofuturistica mentre all’interno monterà il potente chip AMD Ryzen con architettura grafica Radeon Vega, capace di offrire più potenza per i giochi e la riproduzione di video in 4K come Netflix o Spotify.

La nuova Ataribox riprenderà lo storico design in plastica nera ed inserti in legno, ma in chiave ultra moderna, caratterizzata da linee ancora più sinuose e futuristiche.

Sono due le possibili versioni in uscita una realizzata in plastica rossa e nera, lucida ed elegante, ed un’altra in legno come l’originale, per i più nostalgici dell’estetica vintage.

Per quanto riguarda le specifiche sulle caratteristiche tecniche, permane ancora il totale riserbo della casa madre.

Negli ultimi giorni però si sono viste girare online, scambiate tra collezionisti, alcune foto  della console Ataribox, dove ci sono le classiche slot HDMI, ben 4 porte USB e un lettore integrato per le schede SD.

La nuova console secondo i rumor sarà una rivale degli attuali colossi

AMCOMPUTERS

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

Lascia un commento