Attenzione Internet banking false app sul Play Store rubano dati

Attenzione Internet banking false app sul Play Store rubano dati

Attenzione Internet banking false app sul Play Store rubano dati

(LA REPUBBLICA) Rischi per le applicazioni sul Play Store di Google.

I ricercatori di Eset hanno infatti individuato una nuova serie di false applicazioni bancarie Android: promettevano servizi tipo l’aumento del plafond bancario degli utenti ma, in realtà sgraffignavano i dettagli delle carte di credito e addirittura le credenziali d’accesso ai conti online.

Con dati diffusi online tramite un server compromesso Si tratta – anzi, si trattava, visto che le app sono state rimosse – di iMobile by Icici Bank, Rbl MoBank, Hdfc Bank MobileBanking (New).

Caricate sul negozio del robottino verde – spesso permeabile a fake di ogni tipo – fra giugno e luglio 2018.

Dopo la segnalazione di Eset sono state rimosse anche se, a quanto pare, già centinaia se non migliaia di utenti devono aver concesso i propri dati.

I programmi pirata erano stati proposti sullo store sfruttando tre diversi nomi di sviluppatori e ognuna di esse tentava di spacciarsi per un differente istituto bancario anche se possono essere ricondotte a un’unica organizzazione.

Attenzione Internet banking false app sul Play Store rubano dati

Fonte
Attenzione Internet banking false app sul Play Store rubano dati
Nel momento dell’esecuzione veniva visualizzato un modulo che richiedeva i dati della carta di credito e un secondo con user e password del proprio internet banking.

Al terzo passaggio un messaggio nel quale gli utenti venivano informati che un “responsabile del servizio clienti” li avrebbe contattati a breve.

Una truffa in piena regola: nessun responsabile avrebbe mai richiamato nessuno, le app non servivano a nulla e si trattava solo di modi per sottrarre informazioni sensibili e finanziarie agli ignari (e un po’ troppo incoscienti) utenti.

Per proteggersi i ricercatori di Eset consigliano di disinstallare immediatamente le app, qualora fossero state installate, e di controllare eventuali attività sospette sul proprio conto bancario.

Oltre a modificare il pin della carta di credito insieme alla password di accesso all’internet banking.

AMCOMPUTERS

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

Lascia un commento