Axon M lo smartphone pieghevole ma non flessibile

Axon M lo smartphone pieghevole ma non flessibile

Axon M lo smartphone pieghevole ma non flessibile

Il 2017 verrà ricordato come l’anno in cui gli smartphone cambiarono faccia. Da qualche mese tutte le aziende stanno realizzando dei dispositivi con un design sempre più estremo: cornici praticamente invisibili e parte frontale dedicata tutta allo schermo. Chi pensava che il design bezel-less (che in italiano vuol dire “meno cornici”) fosse la novità più interessante del 2017 si sbagliava di grosso. Con un colpo (quasi) a sorpresa ZTE ha lanciato il primo smartphone pieghevole della storia. L’azienda cinese è stata brava a nascondere fino all’ultimo lo sviluppo di questo telefonino rivoluzionario: mai nessuno finora aveva pensato all’idea di realizzare uno smartphone con due schermi collegati tra di loro da una cerniera e che può essere piegato. Negli ultimi mesi si era vociferato del lavoro di aziende del calibro di Samsung e LG su schermi flessibili, ma nessuno immaginava che ZTE fosse così avanti nello sviluppo di uno smartphone pieghevole.

Axon M lo smartphone pieghevole ma non flessibile

Axon M lo smartphone pieghevole ma non flessibile

L’Axon M è uno smartphone unico nel suo genere, ma come tuti gli altri telefonini ha un comparto tecnico che deve essere analizzato. E sotto il punto di vista della scheda tecnica l’Axon M ha più di qualche punto debole. Chipset, RAM e memoria interna sono quelli tipici di uno smartphone della scorsa generazione. Altra caratteristica molto particolare è la presenza di un’unica fotocamera: per fare un selfie o per fotografare il panorama basta utilizzare uno dei due schermi a seconda della necessità. La data di uscita dell’Axon M è fissata per le vacanze natalizie, ma solo negli Stati Uniti, in Giappone e Cina. Per l’uscita in Italia sarà necessario aspettare il primo trimestre 2018, mentre per quanto riguarda il prezzo ancora non si hanno informazioni.



Basta vedere le immagini per capire che l’Axon M (Multy) non è uno smartphone come gli altri: due schermi, una cerniera che li collega (molto simile alla soluzione adottata dalle aziende per i tablet convertibili) e tre modalità differenti di utilizzo a seconda del modo in cui piegheremo il dispositivo. Una sorta di coltellino multiuso capace di adattarsi a ogni situazione.
Nell’evento organizzato da ZTE a New York per la presentazione del dispositivo è stata mostrata anche la scheda tecnica dell’Axon M: lo smartphone monta un chipset Qualcomm Snapdragon 821 supportato da una GPU Adreno 530, 4GB di RAM e 64GB di memoria interna espandibile con una microSD. Si tratta di un ottimo comparto tecnico, anche se ha il difetto di essere un po’ superato, essendo presente sui top di gamma della scorsa generazione di smartphone. L’Axon M monta un unico sensore fotografico presente nella parte frontale del dispositivo: per scattare i selfie si potrà utilizzare lo schermo principale, mentre per fotografare il panorama basterà usare il display secondario. La batteria è da 3180mAh e sarà curioso scoprire come ZTE ha ottimizzato il consumo di energia, data la presenza di ben due schermi. Meritano un approfondimento anche le dimensioni dello smartphone. La presenza di due schermi e la “chiusura a portafoglio” ha fatto aumentare lo spessore del telefono che è di ben 12,1 millimetri, 4mm in più rispetto ai top di gamma presenti sul mercato.

Axon M lo smartphone pieghevole ma non flessibile

Prezzo e data di uscita in Italia ZTE Axon M

ZTE Axon M arriverà in Europa e quindi anche in Italia solamente nel primo trimestre del 2018. I primi a poterlo utilizzare saranno gli utenti degli Stati Uniti, Cina e Giappone: in queste Nazioni ZTE ha stretto degli accordi con gli operatori telefonici locali per lanciare al più presto lo smartphone. Per quanto riguarda il prezzo dell’Axon M non si sa ancora nulla.

Fonte

AMCOMPUTERS

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Lascia un commento