Cina Obbligo Riconoscimento facciale per SIM e web

Cina Obbligo Riconoscimento facciale per SIM e web

Cina Obbligo Riconoscimento facciale per SIM e web

I sistemi di riconoscimento biometrico sono utilizzati in Cina

si pensi che entro il 2022 ci saranno quasi 3 miliardi

di telecamere di sorveglianza installate per le strade del Paese.

Inoltre, A partire dal 1 dicembre 2019 chi intende stipulare

un nuovo contratto telefonico non potrà

più contare sulla sua carta d’identità.

 

In altre parole, Il Ministero della Repubblica Popolare Cinese ha comunicato la policy

agli operatori telefonici lo scorso settembre, fissando appunto al 1 dicembre

la data dalla quale tutti coloro che intendono acquistare una SIM sono obbligati

a fornire le loro generalità tramite riconoscimento facciale.

 

Tuttavia, In Cina è in corso una campagna pubblicitaria per convincere la popolazione

ad acquistare SIM unicamente presso canali ufficiali

e per combattere il mercato di seconda mano.

Cina Obbligo Riconoscimento facciale per SIM e web

Fonte

Cina Obbligo Riconoscimento facciale per SIM e web

 

Inoltre, Da quasi cinque anni, per registrare un qualsiasi account digitale su siti Web

social network, chat o altro in Cina è necessario fornire nome e cognome reali

così come è obbligatorio farlo per attivare un nuovo contratto con un operatore telefonico

Tuttavi, fornendo un documento d’identità e lasciandosi scattare una fotografia.

 

Tuttavia, Ora è diventato anche necessario mettere la faccia davanti a uno scanner

e far processare la propria immagine da un software di riconoscimento facciale

il quale confronta i dati ottenuti con la fotografia presente sul documento d’identità.

In altre parole, L’obiettivo del Governo è quello di creare solide basi

nelle tecnologie basate sull’intelligenza artificiale

 

In altre parole, La Cina Obbligo Riconoscimento facciale infatti è impegnata

nella lotta all’anonimato online secondo le leggi e sulla sicurezza informatica.

In conclusione, la Cina crede fortemente in questa tecnologia

declinandola in tutte le sue accezioni.

 

Per riportare qualche esempio:

la carta d’identità ora viaggia su WeChat, e richiede la scansione del viso tramite

la fotocamera anteriore del proprio smartphone

la Polizia cinese utilizza occhiali smart che integrano sistemi di riconoscimento facciale

AMCOMPUTERS

[Voti: 1   Media: 5/5]

2 commenti

Lascia un commento