Come trasferire i backup di Whatsapp da iOS ad Android

Come trasferire i backup di Whatsapp da iOS ad Android

Come trasferire i backup di Whatsapp da iOS ad Android

Inizia l’estate, è tempo di cambiamenti passare da iPhone ad Android o da Android ad iPhone. Sicuramente un cambiamento che potrebbe sembrare semplice ma non lo è del tutto, in modo particolare per quanto riguarda la migrazione dei dati.

Fortunatamente i produttori sanno che il passaggio di tutti contenuti da uno smartphone vecchio ad uno nuovo è di fondamentale importanza per iniziare al meglio la convivenza con un nuovo device o, a maggior ragione, con una nuova piattaforma.

Proprio per questo in molti hanno realizzato delle applicazioni che fanno tutto in automatico, o quasi.

Ma c’è un’applicazione che quando si tratta di cambiare piattaforma complica decisamente le vita: Whatsapp.

Come trasferire i backup di Whatsapp da iOS ad Android

Fonte
Come trasferire i backup di Whatsapp da iOS ad Android
La popolare app di messaggistica, infatti, consente di effettuare il backup delle chat, un patrimonio preziosissimo per molti.

Su Android avviene su Google Drive, ma si può anche salvare un database criptato in locale. Su iPhone viene utilizzato iCloud. 

Su entrambi i sistemi basta andare nelle impostazioni della chat e scegliere come e quando effettuare il backup (quotidiano, settimanale o mensile).

Ricordiamoci che, in entrambi i casi, il backup di WhatsApp non include la rubrica dei contatti. 

Fin qui tutto ok. Ho un Android, ne compro un nuovo e ripristino da Google Drive oppure uso un file manager per copiare il database locale (file msgstore.db.crypt8, quello che contiene l’ultimo backup effettuato, in cartella database di whatsapp).

In entrambi i casi è ovviamente necessario usare uno smartphone su cui abbiamo lo stesso numero di telefono e lo stesso account Google.

Come trasferire i backup di Whatsapp da iOS ad Android

Ho un iPhone, invece, ne compro uno nuovo e ripristino da iCloud seguendo le istruzioni che vengono date alla prima configurazione.

In entrambi i casi possiamo comunque scegliere anche di cambiare numero di telefono, trasferendo informazioni e gruppi, usando l’apposita procedura nelle impostazioni dell’account.

Ma se il passaggio è da una piattaforma all’altra ecco sorgere i problemi, è possibile farlo? Si, ma non è semplice e richiede l’acquisto di applicazioni di terze parti.

L’applicazione più diffusa per migrare da iPhone ad Android, non viceversa, è WazzapMigrator che viene venduta sul Play Store a 4,99 euro.

Come trasferire i backup di Whatsapp da iOS ad Android

Per procedere occorre innanzitutto procurarsi il file “ChatStorage.sqlite” che troveremo in un backup di iTunes.

Ovviamente, se non abbiamo un backup del nostro iPhone occorre effettuarlo facendo attenzione che non sia “criptato”.

Basta lasciare deselezionata l’opzione in iTunes.

Con iBackup Viewer possiamo anche estrarre la cartella “Media” che si trova in “Appdomain-net.whatsapp.Whatsapp”. Anche questa, nel caso, va spostata nella cartella WazzapMigrator.

A quanto punto basta lanciare l’app WazzapMigrator sullo smartphone e seguire le istruzioni.

Verrà innanzitutto richiesto di selezionare il file ChatStorage.sqlite, sia manualmente che automaticamente.

Successivamente, occorre selezionare anche la cartella “Media” tramite le opzioni dell’app (tre puntini in alto a destra).

Al termine del processo di importazione si potrà procedere al ripristino avviando Whatsapp come prima configurazione.

Come trasferire i backup di Whatsapp da iOS ad Android

Anche il passaggio da un Android ad un iPhone non è semplice ed è anche più costoso.

Occorre, infatti, un’applicazione che ha un costo decisamente più elevato rispetto ai pochi euro di WazzapMigrator. 

Sia la versione per Mac che quella per PC di BackupTrans, infatti, costa oltre 30 euro ma è anche disponibile una versione trial limitata al trasferimento di poche conversazioni.

Per il trasferimento dei dati occorre innanzitutto avere iTunes installato e che lo smartphone Android abbia abilitata la voce debug USB presente nelle opzioni sviluppatori (se non sono attive occorre andare in Impostazioni > Info sul dispositivo e premere 7 volte su “Numero build”).

Una volta lanciata l’applicazione sul computer, occorre collegare sia lo smartphone Android che l’iPhone al computer tramite porte USB.

AMCOMPUTERS

[Voti: 0   Media: 0/5]

Lascia un commento