Fuchsia OS il nuovo sistema operativo di Google

Fuchsia OS il nuovo sistema operativo di Google

Fuchsia OS il nuovo sistema operativo di Google

Fuchsia OS è il nuovo e misterioso sistema operativo

che Google sta sviluppando nei propri laboratori.

Pertanto, E’ un sistema di cui non si sa molto

soprattutto quello che sarà il suo futuro visto che in molti

lo elevano addirittura ad essere il sostituto di Android

mentre altri lo reputano con un possibile nuovo Chrome OS.

Tuttavia, l’azienda di Mountain View non ha ancora fatto sapere

nulla di lui anche se il sistema sembra essere in fase di test

su alcuni dispositivi come i Google Pixelbook.

 

Fuchsia OS il nuovo sistema operativo di Google

Fonte
Fuchsia OS il nuovo sistema operativo di Google
Ecco che grazie ad ArsTechnica che lo ha voluto provare, è stato possibile vedere

le prime immagini del nuovo sistema operativo che comunque ancora rimane molto

poco utilizzabile soprattutto per la mancanza di molte funzionalità per l’uso quotidiano.

In altre parole, Fuchsia OS è un progetto quanto mai interessante soprattutto

per quell’alone di mistero che si è venuto a creare sul suo possibile e futuro utilizzo.

 

In tal caso da questo primo utilizzo ancora acerbo si può capire come il sistema risulti

universale visto che il suo utilizzo è pensato sia su dispositivi più mobile come smartphone

e tablet, sia su macchine più professionali come laptop.

Una peculiarità non da poco questa che potrebbe mettere su di un livello superiore

il nuovo sistema visto che gli altri non lo fanno.

 

Tuttavia,  la Home del nuovo Fuchsia OS sembra che poco sia cambiato

graficamente parlando di quello che avevamo visto qualche tempo fa.

Un design che si avvicina a quanto visto con Android ed il suo Material Design

e che cerca forse di non far perdere “l’orientamento” agli utenti chissà magari visto

che Google potrebbe sostituirlo proprio ad Android

 

Di fatto molte cose ancora non funzionano, non sono supportate o non sono proprio state

sviluppate ma sappiamo bene che i tempi di sviluppo di un sistema operativo non sono

poi così veloci visto che solitamente si parla di anni.

 

In conclusione, non si riesce ancora a “loggarsi” con un account Google ma solo come

utente ospite Non solo perché problemi sono stati trovati con il browser web

che ad esempio non renderizza completamente le pagine.

Sembra presente anche un qualche multitasking che permette di “mettere”

da parte le applicazioni aperte per poi poterle richiamare un po’ come avviene su Android.

AMCOMPUTERS

[Voti: 1   Media: 5/5]

Lascia un commento