Google Fi nuovo operatore telefonico BigG

Google Fi nuovo operatore telefonico BigG

Google Fi nuovo operatore telefonico BigG

Google è pronta a lanciare la sfida a Tim, Vodafone e Iliad

diventando un nuovo operatore virtuale con regolare

licenza rilasciata dall’Unione Europea.

La notizia della richiesta inviata alla EUIPO

(European Union Intellectual Propoerty Office)

è del 10 dicembre, segno che l’azienda di Mountain View

sta muovendo i primi passi in questi giorni per portare anche in Europa Google Fi.

Si tratta dell’operatore telefonico di Google che opera negli Stati Uniti e che offre offerte

molto convenienti per il mercato americano.

Tuttavia, Come tutti i progetti dell’azienda di Mountain View

il funzionamento di Google Fi è molto differente

rispetto ai classici operatori che abbiamo qui in Italia:

 

non si appoggia sulle classiche antenne telefoniche, ma solamente su degli hotspot Wi-Fi.

Chiamate, messaggi, internet, tutto avviene tramite la linea dati.

Finora in Europa nessuno utilizza questo sistema e se Google decidesse

di sbarcare in Italia sarebbe costretta a stringere degli accordi con gli altri operatori

per riuscire a far funzionare la sua rete telefonica.

Google Fi nuovo operatore telefonico BigG

Fonte

Google Fi nuovo operatore telefonico BigG

Google Fi lanciato da Google nel 2015 con l’obiettivo di diventare

un operatore telefonico negli Stati Uniti.

Come accennato in precedenza, Project Fi non funziona come i classici operatori italiani

ma basa tutto su un sistema di hotspot Wi-Fi tramite i quali chiamare

inviare SMS e connettersi alla rete dati.

Negli Stati Uniti, unica nazione dove finora Google Fi funziona, sono stati installati

oltre due milioni di hotspot Wi-Fi anche grazie all’aiuto

degli altri operatori telefonici (Sprint, T-Mobile, US-Cellular).

Google Fi è come se fosse una sorta di operatore virtuale

ma con caratteristiche leggermente differenti.

 

Google Fi, quando arriva in Italia

La richiesta inviata alla EUIPO (European Union Intellectual Propoerty Office)

è solo il primo passaggio per poter diventare un operatore europeo e poi italiano.

La trafila è piuttosto lunga e prima che Google Fi diventi un concorrente pericoloso

per Tim, Vodafone, Wind-Tre e Iliad sarà necessario ancora un po’ di tempo.

E bisognerà capire anche in che modo Google adatterà il modello Google Fi

al panorama europeo.

AMCOMPUTERS

[Voti: 0   Media: 0/5]

Lascia un commento