Google Gemini: Intelligenza Artificiale multimodale

Google Gemini: Intelligenza Artificiale multimodale

Google Gemini: Intelligenza Artificiale multimodale

in grado di lavorare con testi, immagini e video

e destinato a fungere da “cervello” per Google Bard

il chatbot realizzato dal colosso di Mountain View.

Google Gemini è stato introdotto, nella sua versione più leggera

in Google Bard in lingua inglese in oltre 170 Paesi

 

Inoltre,  sta già cominciando a far parlare di sé in quanto stando a Google, le prestazioni di

Gemini supererebbero quelle di GPT-4 di OpenAI

 

In altre parole, Google Gemini 1.0 è il nome della prima generazione del LLM Gemini

sviluppato da Google, quest’ultimo andrà a soppiantare PaLM 2.

 

Fungerà, come detto, da LLM, pertanto non è da confondere con il chatbot che utilizzerà

tale modello (in questo caso Google Bard).

 

Inoltre, Il chatbot, infatti, è il prodotto che viene sviluppato e con l’utente si interfaccia

mentre il LLM rappresenta il modello linguistico, ovvero il “cervello” di tale chatbot, che

definisce di conseguenza le prestazioni e l’accuratezza dimostrata dal chatbot stesso.

Google Gemini: Intelligenza Artificiale multimodale

Fonte

Google Gemini: Intelligenza Artificiale multimodale

 

In altre parole, l’Intelligenza Artificiale di Google Gemini è in tre diversi formati

Gemini Ultra, Gemini Pro e Gemini Nano, le tre varianti del LLM differiscono per

capacità di risoluzione dei compiti assegnati, compatibilità con i dispositivi mobili

e tempo necessario ad accuratezza di risposta.

 

Inoltre, Google Gemini Ultra è il modello più avanzato tra quelli presentati, si tratta del

più grande e complesso dei tre modelli che, stando ai dati esposti da Google, sarebbe

in grado di superare le performance di OpenAI GPT4.

 

Quest’ultimo modello è stato testato da Google anche nei confronti delle performance

espresse da esperti umani, basato su 57 materie come matematica, fisica, storia o diritto

 

Google Gemini Nano è il modello più piccolo dei tre, pensato per essere implementato

all’interno di dispositivi mobili come lo smartphone Pixel 8 Pro.

 

In conclusione, Google Gemini Pro attraverso una serie di benchmark standard del

settore In sei benchmark su otto, Gemini Pro ha sovraperformato GPT-3.5

incluso MMLU (Massive Multitask Language Understanding), uno degli standard principali

per la misurazione di grandi modelli di intelligenza artificiale

AMCOMPUTERS

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]