Google occhiali Smart per la traduzione in tempo reale

Google occhiali Smart per traduzione in tempo reale

Google occhiali Smart per traduzione in tempo reale

L’evento Google I/O offre come sempre a Big G

l’opportunità di mostrare concept di prodotti interessanti

quest’anno la multinazionale di Moutain View

ha mostrato una proposta progettuale di un paio di occhiali smart

per la realtà aumentata con integrato il suo servizio di traduzione.

Inoltre, I microfoni ascoltano l’interlocutore che ha a che fare l’utente

e quest’ultimo vede il testo tradotto in tempo reale apparire sulle lenti.

 

In altre parole, Grazie alla realtà aumentata, i sottotitoli compaiono proprio vicino al volto

dell’interlocutore, in questo modo non è necessario interrompere il contatto visivo.

 

Tuttavia, L’azienda non ha fornito alcuna informazione, ed è pressoché sicuro che ci

vorranno ancora diversi anni, Nella migliore delle ipotesi.

Google occhiali Smart per la traduzione in tempo reale

Fonte

Google occhiali Smart per traduzione in tempo reale

 

In altre parole, Guardando al futuro, c’è una nuova frontiera dell’informatica, che ha il

potenziale per estendere tutto questo ancora di più, ed è la realtà aumentata.

 

Google, ha investito molto in questo settore, ha integrato la realtà aumentata in molti

prodotti Google, da Google Lens alla ricerca multipla, all’esplorazione di scene e alle viste

dal vivo e immersive in Maps.

 

Google occhiali Smart per traduzione in tempo reale

In conclusione, vi ricordo chè, nel 2014 l’azienda aveva presentato i suoi Google Glass

ambiziosi occhiali per la realtà aumentata e con funzionalità smart che furono

effettivamente consegnati a diversi influencer, giornalisti e aziende.

 

Il progetto era eccessivamente in anticipo sui tempi e non andò granché bene, tant’è che

l’edizione pensata per il grande pubblico non fu mai messa in commercio.

 

Tuttavia, vi ricordo che Alcuni prototipi, conosciuti con il nome in codice N301 e N421

utilizzano un SoC proprietario di Apple che pare sia anche più potente degli M1, I clienti

potranno ordinare la loro unità di occhiali e inserire lenti graduate e gli occhiali avranno

dimensioni ridotte.

 

In conclusione, Genius Electronic Optical e Apple, intanto, continuano a lavorare affiancate

per la produzione di un elemento essenziale del prossimo smartphone di Cupertino.

AMCOMPUTERS

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]