Impianto Fotovoltaico fai da te con i Kit “off Grid”

Impianto Fotovoltaico fai da te con i Kit off grid

Impianto Fotovoltaico fai da te con i Kit “off Grid”

Essenzialmente i consumatori che si rendano conto

di avere, presso la propria abitazione

una bella porzione di tetto o una terrazza esposte

ai raggi solari durante gran parte della giornata

ma che a livello finanziario non possano permettersi

di spendere cifre troppo alte, nonostante gli incentivi.

 

Tuttavia, L’idea è quella di risparmiare sulla bolletta attraverso la produzione di energia

elettrica destinata all’autoconsumo, rendendosi il più possibile indipendenti dalla rete.

 

Inoltre, Con un piccolo investimento aggiuntivo ci si può portare a casa un impianto dotato

di accumulo, con batterie all’interno delle quali stoccare l’energia auto-prodotta

al fine di utilizzarla durante le ore di non irraggiamento solare

Impianto Fotovoltaico fai da te con i Kit “off Grid”

Fonte

Impianto Fotovoltaico fai da te con i Kit off grid

 

In altre parole, quando si decide di installare autonomamente un impianto fotovoltaico in

casa propria, è quello di munirsi di pannelli solari.

 

Questi ultimi possono essere anche costruiti in modo autonomo, riciclando vecchi pannelli

o facendo uso di celle fotovoltaiche da sottoporre ad assemblaggio.

 

Ecco che in questo caso l’installazione fai da te di un impianto è consigliata solo a coloro

che effettivamente siano in grado di eseguire tali pratiche tecniche, in caso contrario è

bene rivolgersi a personale qualificato

 

In altre parole, Si parte dai pannelli passando per l’inverter, le strutture di supporto e

quelle destinate alla cablatura.

 

Cosa contiene un kit fotovoltaico “Off Grid”

Un kit fotovoltaico da 3 chilowatt, potenza standard per una minima autonomia famigliare

contiene in genere in un’ unico bancale

 

  • 12-14 pannelli fotovoltaici da 200-250 Watt l’uno
  • 1 inverter di stringa monofase da circa 3.000 watt
  • sostegni in alluminio per fissare i pannelli al tetto
  • cablaggi vari e connettori
  • un centralino di campo DC/AC

 

Tuttavia, si trovano in commercio diversi “pacchetti” pronti per l’installazione: da quello

che prevede l’allaccio in rete a quello “off grid” , da quello senza accumulo a quello con

batterie di accumulo, da quello che si integra all’impianto di casa a quello collegato ad un

impianto autonomo di illuminazione (in corrente continua) senza inverter.

 

Il vantaggio del fai da te, in definitiva, è il risparmio ottenibile gestendo “in proprio” alcune

fasi del processo di installazione Gli step gestibili “in autonomia” sono almeno due:

 

la ricerca e l’acquisto “in proprio” dei componenti dell’impianto con il giusto rapporto

qualità-prezzo La migliore è l’acquisto di kit fotovoltaici “già pronti” per ’installazione

AMCOMPUTERS

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]