Microsoft lancia un nuovo formato file eseguibili

Microsoft lancia un nuovo formato file eseguibili

Microsoft lancia un nuovo formato file eseguibili MSIX per i software. per essere utilizzato anche su dispositivi macOS, Linux, Android e iOS

MSIX è un formato di creazione di pacchetti progettato per essere sicuro e affidabile, in base a una combinazione di MSI, AppX, App-V e ClickOnce tecnologie di installazione. È possibile utilizzare lo strumento di creazione di pacchetti MSIX per ricreare il pacchetto di applicazioni Win32 esistenti nel formato MSIX.

Puoi eseguire il programma di installazione in modo interattivo (tramite l’interfaccia utente) oppure creare un pacchetto dalla riga di comando.

Entrambi i casi, è possibile convertire un’applicazione senza che sia il codice sorgente. Quindi, è possibile rendere disponibile l’app tramite Microsoft Store.

Microsoft lancia un nuovo formato file eseguibili

Fonte

Microsoft lancia un nuovo formato file eseguibili

I tecnici e sviluppatori Microsoft hanno realizzato un nuovo formato dedicato ai file eseguibili, ossia quei file che utilizziamo solitamente per installare i software Windows.

Nei piani della casa di Redmond, la nuova procedura per l’installazione dovrebbe facilitare la vita degli utenti, eliminando tutte le opzioni preesistenti e sostituendole con un’unica alternativa.

i file MSI sono una raccolta di file di installazione contenenti tutte le informazioni necessarie all’esecuzione del programma.

Questa tipologia di installer, inoltre, non esegue alcuna verifica preliminare sullo stato del sistema: non controllerà, ad esempio, se il software è già installato o se alcuni componenti sono mancanti.

i file possono essere modificati in modo da installarsi autonomamente, senza la supervisione di un utente o un amministratore di sistema. Una funzionalità particolarmente utile per quei tecnici che devono gestire un parco macchine particolarmente ampio, sul quale installare di continuo aggiornamenti o nuovi applicativi.

I MSIX, inoltre, garantiranno installazioni e disinstallazioni “più pulite”.

Adottando la stessa tecnica “a container” degli AppX, infatti, renderanno possibile disinstallare il software in maniera completa, senza lasciare cartelle, file o modifiche di registro “in giro” per l’hard disk.

Lo stesso file, potrà essere utilizzato per installare il software su dispositivi differenti su macOS, Linux, Android e iOS

sarà lo stesso MSIX a riconoscere la piattaforma operativa sulla quale è stato lanciato e installare i pacchetti più adeguati.

AMCOMPUTERS

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Lascia un commento