Microsoft PC as a service: Arriva Windows 10 Cloud PC

Microsoft PC as a service: Arriva Windows 10 Cloud PC

Microsoft PC as a service: Arriva Windows 10 Cloud PC

Il servizio PC as a service inaugurerà l’era Windows 10 Cloud PC

con la possibilità di accedere a un’istanza del sistema operativo

in esecuzione sul cloud di Azure da qualunque postazione

e dispositivo, anche mobile

Inoltre, Sarà con tutta probabilità indirizzato in un primo

momento esclusivamente al mondo business ed Enterprise

 

così da sollevare le aziende dall’obbligo di dover continuamente fare i conti con la

distribuzione degli aggiornamenti da parte di Microsoft

 

In altre parole, PC as a service Cloud PC dovrebbe essere realizzato sulla base di Windows

Virtual Desktop e permettere agli utenti l’utilizzo di Windows 10 in qualsiasi momento.

Microsoft ha descritto Cloud PC come un’offerta strategica e nuova che fornisce

un’esperienza “moderna, elastica, basata sul cloud“.

 

A differenza di altri servizi, Cloud PC promette di essere sicuro e sempre aggiornato

ma non sarà almeno per il momento gratuito.

Microsoft PC as a service: Arriva Windows 10 Cloud PC

Fonte

Microsoft PC as a service: Arriva Windows 10 Cloud PC

 

In altre parole, Microsoft dovrebbe offrire tre diversi livelli di abbonamento Cloud PC.

La configurazione “medium” includerà 4GB di RAM e la configurazione “heavy” sarà mossa

da 8GB di RAM e almeno 2 vCPU.

 

Entrambe le configurazioni avranno 96GB di storage SSD e Gli utenti potranno scegliere

anche la configurazione avanzata che include 3 vCPU e 8GB di RAM.

 

Tuttavia, La stessa tecnologia sarà implementata in Windows 10X, in arrivo il prossimo

anno, per lo streaming delle app Win32.

 

In conclusione, Il servizio Cloud PC di Microsoft sarà ottimizzato sulla velocità e le

prestazioni, mentre a livello aziendale la società si concentrerà sulla scalabilità

e sull’elaborazione dei dati.

 

Microsoft PC as a service: Arriva Windows 10 Cloud PC

Quando l’offerta PC-as-a-Service di Microsoft verrà lanciata entro la fine dell’anno

gli utenti potranno accedere al proprio PC Cloud da qualsiasi dispositivo in grado di

eseguire il client Microsoft Remote Desktop.

AMCOMPUTERS

Lascia un commento