Postepay sospesa attenzione a questa mail e una truffa

Postepay sospesa attenzione a questa mail è una truffa

Postepay sospesa attenzione a questa mail e una truffa

Le truffe relative ai finti messaggi PostePay continuano a mietere vittime in Rete. Una nuova frode organizzata da un gruppo di cyber criminali è stata scoperta dalla Polizia di Stato che, tramite la propria pagina Facebook “Commissariato di PS online – Italia”, ha messo in guardia tutti gli utenti del servizio.

La truffa agisce nel modo più classico, ovvero con un finto messaggio via e-mail. I criminali si nascondo dietro a un account che imita quello ufficiale del servizio PostePay. Il messaggio informa gli utenti che in seguito a un aggiornamento, il servizio è stato momentaneamente sospeso. Per riattivare i pagamenti sul conto è necessario cliccare sul link presente nel messaggio e inserire i propri dati personali. Ovviamente si tratta di una messa in scena, lo scopo è semplicemente quello di rubare le credenziali alle vittime della trappola. Esistono però alcuni dettagli da leggere con attenzione per smascherare la truffa

Postepay sospesa attenzione a questa mail e una truffa

Postepay sospesa attenzione a questa mail e una truffa


Nell’email in oggetto viene evidenziato un presunto aggiornamento che sospende i pagamenti con la carta di credito nel caso in cui non venga effettuata una procedura che ha l’obiettivo di ottenere i dati personali della Postepay delle vittime.

Ovviamente si tratta solo di una truffa e l’obiettivo dei cyber criminali è quello di ottenere le informazioni relative alla carta di credito per poi svuotare il conto della vittima

Nel corpo del messaggio invece è presente una comunicazione di questo tipo: Stiamo inserendo il servizio di sicurezza con il codice 0TP anche per Postepay e Postepay Evolution! Per questa ragione la tua carta è stata sospesa finche non eseguirai l’aggiornamento. Per riabilitare la tua Postepay dovrai cliccare sul link e inserire i dati richiesti per provvedere con la verifica della tua identità”. Ovviamente il consiglio degli esperti di sicurezza informatica è quello di cestinare immediatamente questa falsa comunicazione che non ha nulla a che fare con Poste Italiane.

AMCOMPUTERS

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Lascia un commento