RedLine nuovo Malware che ruba tutte le credenziali

RedLine nuovo Malware che ruba tutte le credenziali

RedLine nuovo Malware che ruba tutte le credenziali

Una delle caratteristiche che accomunano la maggior

parte dei dispositivi che utilizziamo è la loro capacità

di memorizzare le credenziali di accesso ai nostri account.

Tuttavia, è una funzionalità che aggira facilmente il vincolo

di ricordarsi ogni singola password o ID, o dell’avere sottomano

un blocco appunti che le tenga insieme.

 

tuttavia questa modalità di gestione è un meccanismo fondamentale che fa comodo

a moltissimi utenti, diventando un elemento sostanziale nell’utilizzo dei device

 

Ma cosa succede se il sistema che gestisce questo importante tassello viene aggredito

da una pericolosa minaccia

RedLine nuovo Malware che ruba tutte le credenziali

Fonte

RedLine nuovo Malware che ruba tutte le credenziali

 

 

In altre parole, arriva una nuova minaccia in rete si chiama RedLine, ed è un malware

capace di agire direttamente sui database SQLite dei browser basati su Chromium

accedendo poi a tutte le nostre credenziali.

 

Inoltre, Il malware si sta diffondendo a macchia di leopardo Complice il fatto che è stato

messo in vendita dai creatori a soli 200$ e riesce a colpire le malcapitate vittime

in maniera veloce e in silenzio

 

RedLine nuovo Malware che ruba tutte le credenziali

Tuttavia, questo nuovo malware Redline si diffonde tramite un innocuo file Excell

contenente dei dati e scaricabile attraverso un download da Google Drive.

 

Dopo aver effettuato questa incauta operazione saremo quindi sotto attacco

Qui il concetto di cybersicurezza è quanto mai fondamentale Se infatti fossimo tra quel

gruppo più accorto di utenti che crede nelle capacità di un buon antivirus, potremo

considerarci fortunati, e scamperemmo il pericolo.

 

RedLine nuovo Malware che ruba tutte le credenziali

In conclusione, Quando si parla di sicurezza informatica, la prima valutazione da fare è la

nostra capacità di comprendere i potenziali rischi nei quali potremmo andare incontro

aprendo i nostri apparecchi al sistema di condivisione dati in rete

 

Inoltre vi ricordo sempre di non aprire allegati, o non cliccare su link che ci arrivano da

mittenti misteriosi e sconosciuti, per quanto siano allettanti le proposte presenti

in corollario agli stessi.

AMCOMPUTERS

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]