Ricaricare auto elettrica in movimento: ricarica wireless

Ricaricare auto elettrica in movimento: ricarica wireless

Ricaricare auto elettrica in movimento: ricarica wireless

La scarsa autonomia delle batterie rimane il più grande

ostacolo a frenare la diffusione delle auto elettriche

a cui servono inoltre lunghe soste di ricarica prima

di avere l’energia sufficiente per effettuare un nuovo viaggio

Tuttavia, La ricarica dei veicoli elettrici non sempre è possibile

ma con la nuova tecnologia che ricarica wireless la batteria

mentre si viaggia non si dovrà temere di rimanere a piedi

 

Rispetto a pochi anni fa, le tecnologie integrate nelle automobili hanno detto addio al

combustibile fossile, alimentate da batterie rinnovate capaci di completare cicli di carica

completa in lassi di tempo più brevi.

 

In altre parole, Proprio su quest’ultimo dettaglio ha puntato il professore associato di

ingegneria elettrica e informatica Kurram Afridi, insieme al suo team: strumenti per

consentire la ricarica dei veicoli elettrici in movimento.

 

L’ambizioso progetto è stato avviato sette anni fa e prevede l’installazione di infrastrutture

nelle strade a stelle e strisce.

Ricaricare auto elettrica in movimento: ricarica wireless

Fonte

Ricaricare auto elettrica in movimento: ricarica wireless

 

Per lo studioso, comprese tra le corsie delle highway americane vi sarebbero particolari

carreggiate in grado di provvedere a caricare le batterie di auto e altri mezzi parimenti

alimentati, senza interrompere la marcia.

 

Tuttavia, effettuato l’accesso alla corsia, un sistema integrato individuerebbe il veicolo e

accedendo a un database, invierebbe al proprietario dell’automobile il conto

da saldare per l’intera operazione.

 

In conclusione, Ci vogliono dai cinque ai dieci anni prima che un disegno simile possa

trasformarsi in realtà e poi bisogna puntare l’attenzione sulle metodologie prive di cavi. 

 

Ricaricare auto elettrica in movimento: ricarica wireless

In conclusione, lo studio riporta che la ricarica funziona solo quando l’auto viaggia in asse

con le bobine e che tecnologie di questo tipo non vanno scambiate per una ricarica “vera”

 

dal momento che servono a preservare la carica nelle batterie in vista di percorsi tortuosi

supponendo che le bobine vengano montate in autostrada, il livello di carica delle pile

rimane grossomodo costante dal primo chilometro percorso fino all’arrivo

 

perché i 20 kW erogati compensano l’energia di cui un’auto ha bisogno per viaggiare

a circa 100 km/h costanti

AMCOMPUTERS

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]