Telegram app di messaggistica istantanea non è sicuro

Telegram app di messaggistica istantanea non è sicuro

Telegram app di messaggistica istantanea non è sicuro

Molti utenti stanno migrando a Telegram

ma nessuno si porge alcune domande su quale sia

il reale livello di sicurezza e protezione della privacy

di questa applicazione di messaggistica rispetto a WhatsApp

Telegram ha costruito il suo successo vendendosi

come ibrido tra un’app di messaggistica e un social network

e si è dotata nel corso degli anni di alcune funzionalità molto avanzate che la rendono

abbastanza unica tra le app di messaggistica.

 

In altre parole, Telegram, tra le app ritenute più attente alla questione privacy ma che

in realtà, nasconderebbe ben più di una falla.

 

A puntare il dito contro il programma è Moxie Marlinspike, il fondatore di Signal

altra nota applicazione di messaggistica che è riuscita a imporsi per l’attenzione

alla sicurezza degli scambi tra utenti attraverso l’integrazione di protocolli di crittografia.

Telegram app di messaggistica istantanea non è sicuro

Fonte

Telegram app di messaggistica istantanea non è sicuro

 

In altre parole, la fama di Telegram non sarebbe giustificata: non vi sarebbero sistemi

crittografici end-to-end a proteggere le comunicazioni tra iscritti ma, piuttosto, i messaggi

scambiati verrebbero conservati nel formato originale o testuale direttamente nei server

dell’azienda, senza finire sotto l’ala protettiva di un qualsiasi metodo in grado di garantire

il benché minimo livello di riservatezza.

 

Inoltre, Oltre ai messaggi, anche fotografie, filmati, documenti e contatti verrebbero

conservati seguendo le medesime modalità, lasciando di fatto una quantità pressoché

sconfinata di informazioni priva di alcun controllo.

 

Telegram app di messaggistica istantanea non è sicuro

In conclusione, dopo le accuse l’azienda ha voluto sottolineare come tutto ciò salvato nel

proprio database sia completamente crittografato, seguendo due differenti metodologie

per quanto riguarda le chiamate vocali e le videochiamate individuali, così come le chat

segrete l’azienda utilizza proprio il sistema end-to-end

 

che rende leggibile la comunicazione solamente a mittente e destinatario; differente invece

è la scelta per le chat cloud, tra cui figurano anche le conversazioni all’interno di gruppi

e canali che, invece, sfrutterebbero la crittografica client-server.

AMCOMPUTERS