Truffe online: UE chiede contromisure più severe

Truffe online: UE chiede contromisure più severe dal web

Truffe online: UE chiede contromisure più severe

L’Europa chiede ai grandi colossi della rete e della tecnologia

di intraprendere contromisure più severe contro le truffe

che sfruttano l’emotività legata alla diffusione del COVID-19.

Il Commissario Europeo alla Giustizia Didier Reynders ha inviato

una lettera a Facebook, Google, Amazon e altre piattaforme digitali

dichiarando che le autorità europee per la protezione dei consumatori

sono attualmente in stato di “massima allerta” contro le Truffe online

Truffe online: UE chiede contromisure più severe

Fonte

Truffe online: UE chiede contromisure più severe dal web

In altre parole, La battaglia contro le truffe online è del ruolo che i servizi digitali si trovano

a compiere in questa fase un ruolo che forse non hanno mai immaginato di dover svolgere.

Tuttavia, l’isolamento di singoli individui e famiglie fa crescere l’uso della rete

per l’informazione, formazione, acquisti e socialità.

Tuttavia, Una dinamica che ha creato alcune conseguenze impreviste e generato nuove

preoccupazioni come ad esempio il rischio a cui gli impiegati dei centri di smistamento

e consegna si espongono o l’impatto sull’intera infrastruttura di Internet.

 

In altre parole, secondo la Fonte della Notizia, Si tratta di un clima ideale per i truffatori

che sfruttando proprio le leve emotive delle persone possono avere gioco facile

ad approfittarsi delle loro vittime con delle Truffe online

Inoltre, Con la sua lettera Reynders ha voluto ricordare alle piattaforme che la legge

europea richiede loro di adottare “misure correttive di qualsiasi attività

illegale che ha luogo sui loro siti web”.

 

Truffe online: UE chiede contromisure più severe

Inoltre, Reynders ha chiesto alle piattaforme di fornire informazioni di contatto chiare per

permettere una rapida azione di segnalazione di qualsiasi problema

fino al 27 marzo perché mettano a disposizione spiegazioni dettagliate delle azioni

che stanno compiendo per combattere le frodi legate al COVID-19.

 

In conclusione, Gli Hacker sono criminali informatici senza scropoli che agiscono in

maniera massiccia per provocare danni e disinformazione

AMCOMPUTERS

[Voti: 1   Media: 5/5]

Lascia un commento