Virus Brata attacca il conto corrente e formatta lo smartphone

Virus Brata attacca il conto corrente e formatta lo smartphone

Virus Brata attacca il conto corrente e formatta lo smartphone

Arriva un allarme informatico: attenzione alle nuove

versioni del virus BRATA, perché oltre ad attaccare

il vostro conto in banca o a sottrarre denaro dalle carte di credito

Inoltre possono anche cancellare tutti i dati presenti

nello smartphone, effettuando in autonomia un reset ai dati di fabbrica.

 

In altre parole, malware aggressivi e pericolosi se ne sono visti parecchi

ma secondo la società italiana di cyber security Cleafy in questo caso siamo

di fronte ad un virus particolarmente insidioso che nelle sue ultime tre versioni si è evoluto

parecchio diventando ancora più efficace.

 

In altre parole, Secondo Cleafy l’ultima variante di BRATA ha iniziato a circolare a dicembre

2021, diffondendosi soprattutto nel Regno Unito, in Polonia, in Italia e in America Latina

Le tre nuove versioni del malware sono chiamate BRATA.A, BRATA.B e BRATA.C.

Virus Brata attacca il conto corrente e formatta lo smartphone

Fonte

Virus Brata attacca il conto corrente e formatta lo smartphone

 

Inoltre,  le nuove varianti di BRATA hanno anche la capacità di sfruttare il GPS del telefono

per tracciare gli spostamenti dell’utente, nonché quella di resettare completamente il

telefono dopo aver ottenuto i codici bancari in grado di nascondersi dagli antivirus.

 

Tuttavia, Il primo modo di proteggersi da BRATA, quindi, è non cadere nella trappola

mai cliccare su un link ricevuto via email o SMS, a meno che il mittente non sia una

persona fidata.

 

Mai scaricare app Android da siti esterni, o da store non ufficiali: già il Play Store di Google

non è sicuro al 100%, figuriamoci gli altri store.

 

Virus Brata attacca il conto corrente e formatta lo smartphone

In conclusione, mai concedere autorizzazioni alle app se non è chiaro per cosa le vogliano

usare, senza le autorizzazioni anche l’app più pericolosa non può fare molto, quindi finché

non concediamo i permessi siamo sempre in tempo per salvare i nostri dati

il nostro conto corrente e il nostro smartphone.

AMCOMPUTERS

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]