Certificazione Anticontraffazione per i cavi HDMI 2.1

Certificazione Anticontraffazione per i cavi HDMI 2.1

Certificazione Anticontraffazione per i cavi HDMI 2.1

HDMI Forum ha avviato un programma di certificazione

obbligatorio per tutti i cavi Ultra High Speed HDMI.

L’annuncio, al CES 2020 I cavi di qualsiasi lunghezza devono

essere testati presso un HDMI Authorized Testing Center (ATC).

Tra i requisiti da rispettare è inclusa la conformità con i parametri EMI

necessari per l’interferenza causata da connessioni Wi-Fi e Bluetooth.

Tuttavia, I test più rigorosi riguarderanno i cavi HDMI Categoria 3

quelli che devono soddisfare tutti i requisiti di HDMI 2.1.

Parliamo quindi una banda passante di 48 Gbps

con supporto dei cavi Hdmi Ultra HD a 120 Hz o 8K a 60 Hz, HDR in tutti i formati

Variable Refresh Rate, eARC eccetera.

 

Inoltre, I cavi Hdmi che superano i test devono essere poi registrati al programma di

autenticazione e verifica di HDMI Licensing Administration (LA) per ottenere l’apposito

bollino Ultra HDMI High Speed HDMI Certification Label da applicare su ogni confezione.

Il bollino è provvisto di un codice da scansione ed è numerato per evitare i falsi.

Certificazione Anticontraffazione per i cavi HDMI 2.1

Fonte

Certificazione Anticontraffazione per i cavi HDMI 2.1

I prodotti certificati saranno soggetti a test periodici a campione, in modo da assicurare

che non vi siano cali di qualità nel corso del tempo.

Nell’eventualità in cui i cavi Hdmi non dovesse superare la revisione, sarà il produttore

a dover apporre le dovute correzioni.

In caso contrario sarà negata la possibilità di ottenere nuovi bollini sui cavi hdmi

i e quindi di continuare a vendere cavi certificati.

 

L’avvio del programma dovrebbe selezionare i cavi hdmi adatti per tutte le tipologie

Tuttavia, qualsiasi cavi hdmi di media qualità è più che sufficiente in scenari molto basilari

come ad esempio il collegamento di una sorgente direttamente a un TV

che si trova a pochi metri di distanza.

 

Se però la lunghezza del cavo aumenta e/o si devono compiere molti passaggi

amplificatori, soundbar, switch o splitter eccetera l’eventualità che qualche problema

possa effettivamente verificarsi è tutt’altro che remota

specialmente quando si sfruttano sorgenti che richiedono molta banda passante

ad esempio quelle in Ultra HD con HDR.

AMCOMPUTERS

[Voti: 1   Media: 5/5]

Lascia un commento