Cloudflare WARP: per Android e iOS ecco come funziona

Cloudflare WARP: per Android e iOS ecco come funziona

Cloudflare WARP: per Android e iOS permette

di proteggere i trasferimenti dati indipendente dalla rete

in cui si è connessi, ma non e una VPN.

Cloudflare ha annunciato di aver reso disponibile per tutti

la possibilità di utilizzare la nuova app 1.1.1.1 con WARP

sul sito One One One la società spiega il funzionamento del servizio.

 

Tuttavia, WARP si comporta come una VPN

ma secondo lo sviluppatore, non è una VPN.

Inoltre, WARP non soltanto utilizza i DNS di Cloudflare

ma è realizzata rifacendosi al progetto opensource WireGuard

VPN gratis: cos’è e come funziona WireGuard con AzireVPN.

Cloudflare WARP: per Android e iOS ecco come funziona

Fonte

Cloudflare WARP: per Android e iOS ecco come funziona

WireGuard basa il suo funzionamento su appena 4.000 righe

di codice contro le 120.000 di OpenVPN

risultando quindi più snello secondo Cloudflare.

Inoltre, WARP fa uso del protocollo QUIC di Google

che sarà la spina dorsale di HTTP 3:

In altre parole HTTP 3 non poggerà

sul protocollo TCP ma su QUIC

Cloudflare è progettata per garantire le massime prestazioni

In altre parole. Il servizio Cloudflare WARP permette di proteggere

i trasferimenti dati indipendentemente dalla rete alla quale si è connessi.

Supponendo di essere collegati con il proprio dispositivo Android o iOS

a una WiFi gestita da terzi (pubblica o, peggio ancora aperta)

WARP aiuterà a crittografare tutti i pacchetti dati in arrivo e in uscita

scongiurando ogni possibilità di intercettazione

e modifica da parte di altri soggetti.

Il tool di Cloudflare, quindi, è considerato come uno strumento utile

per proteggere i propri dati durante l’uso di reti potenzialmente insicure.

Per il resto, l’applicazione per Android e iOS scaricabile a questo indirizzo

supporta lo split tunneling è consente di evitare

che attraverso i server di Cloudflare

transiti il traffico generato da alcune applicazioni.

Cloudflare WARP afferma di raccogliere alcuni dati

relativi alle interrogazioni DNS sui suoi server

e informazioni di carattere generale sul traffico

(non il contenuto dei pacchetti)

ma che non li userà mai per finalità pubblicitarie

né li trasmetterà a terzi.

AMCOMPUTERS

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

Lascia un commento