HarmonyOS: il Sistema di Huawei attira Xiaomi

HarmonyOS: il Sistema di Huawei attira Xiaomi - Oppo - Vivo

HarmonyOS: il Sistema di Huawei attira Xiaomi – Oppo – Vivo

L’idea di rimpiazzare il robottino di Google

è sicuramente una battaglia degna di un’epopea ma

a quanto sembra, Huawei non teme l’impresa.

L’idea di espandere il proprio dominio, mettendo un piede

anche nei device dei competitor in terra di Cina

 

non sarebbe tra le più remote e per un buon motivo chi ha già ridotto ai minimi termini

la presenza di Big G nelle edizioni cinesi dei propri smartphone

come accaduto appunto a Xiaomi, Oppo e Vivo avrebbe tutte le intenzioni di integrare

sui futuri prodotti un OS

 

Tuttavia, per HarmonyOS potrebbe essere troppo presto per cantare vittoria: prima di fare

il grande passo bisognerà passare per alcune importanti revisioni.

HarmonyOS: il Sistema di Huawei attira Xiaomi – Oppo – Vivo

Fonte

HarmonyOS: il Sistema di Huawei attira Xiaomi - Oppo - Vivo

 

In altre parole, dobbiamo precisare che la somiglianza tra i due sistemi operativo possa

rappresentare un vantaggio per gli sviluppatori, ciò andrebbe ad allontanarsi in maniera

netta da quanto sostenuto dalla casa produttrice.

 

Inoltre, Parlando di Harmony, si è sempre fatto riferimento a un’esperienza di utilizzo

completamente rivoluzionata rispetto all’idea di Google, promessa che

stando così le cose non verrebbe rispettata completamente.

 

Tuttavia,  Al momento il sistema HarmonyOS è ottimizzato per lavorare al

massimo delle sue prestazioni con il processore HiSilicon Kirin

non è una scelta incosciente, trattandosi del chip che equipaggia gli smartphone Huawei

Lo stesso Android è ottimizzato meglio con i chip di Qualcomm e MediaTek.

 

Ma non sembra essere un ostacolo insuperabile questo.

Infatti Huawei starebbe già lavorando per rendere il suo sistema operativo compatibile

anche con altri processori utilizzati da altri brand.

 

HarmonyOS: il Sistema di Huawei attira Xiaomi – Oppo – Vivo

Nel momento in cui porterà a termine questo sviluppo l’attrattiva verso gli altri competitor

potrebbe essere maggiore e mettere a serio rischio il dominio di Google

sul mercato cinese.

AMCOMPUTERS

Lascia un commento