LG G7 Intelligenza Artificiale con Google Lens integrato

LG G7 Intelligenza Artificiale con Google Lens integrato

LG G7 Intelligenza Artificiale con Google Lens integrato

Con un’uscita decisamente posticipata rispetto a quella di tutti i competitor, anche LG propone finalmente il nuovo smartphone top di gamma nel proprio portafoglio.

Si tratta di LG G7, che segue nella numerazione l’ultimo flagship presentato a MWC 2017, LG G6 LG G7 si presenta con un’intensa iniezione di tecnologie legate all’Intelligenza Artificiale, sulla base della piattaforma Qualcomm Snapdragon 845,

già a bordo, per esempio, del competitor più diretto Samsung Galaxy S9 disponibile in alcuni mercati con Exynos 9810 e in altri con Snapdragon 845.

LG G7 si fa notare prima di tutto per i materiali scelti e le finiture. Si tratta di uno smartphone completo di certificazione militare IP68 per quanto riguarda la resistenza ad acqua, polvere e cadute, con il display (da 6,1″ di diagonale) e il dorso protetti da vetro Corning Gorilla di quinta generazione.

Con la certificazione IP68, LG si fregia anche del superamento di ben 14 test MIL-STD 810G (definiti dall’esercito americano) per garantire l’utilizzo anche negli ambienti meno favorevoli.

La larghezza dello smartphone, pur con mezzo pollice di diagonale in più rispetto al modello LG G6 è rimasta invariata e questo consente ancora l’utilizzo con una sola mano.

LG G7 Intelligenza Artificiale con Google Lens integrato

Fonte
LG G7 Intelligenza Artificiale con Google Lens integrato
Il display, FullVision, ha un rapporto 19,5:9 e risoluzione QHD+ (3120×1440 pixel), è incorniciato in eleganti profili di metallo, e i profili sono stati ridotti del 50 percento sempre rispetto al modello precedente e arriva il notch per guadagnare ulteriore spazio.

LG G7 Intelligenza Artificiale con Google Lens integrato

Tuttavia si tratta, pur su un flagship di un pannello LCD, non Oled con una luminosità massima di 1000 nit, effettivamente quasi da record e un gamut colore dichiarato del 100 percento rispetto allo standard DCI-P3 Dati che non dovrebbero far rimpiangere la scelta LCD rispetto a Oled.

Il display si può autoregolare su sei modalità di visualizzazione: Auto, Eco, Cinema, Sports, Game ed Expert. Con la modalità Auto che lascia la scelta della migliore regolazione al device.

LG definisce New Second Screen lo spazio di visualizzazione delle notifiche, che ora può essere personalizzato per non togliere spazio ai contenuti, e può essere allargato o impostato con le notifiche su sfondo colorato o nero.

LG G7 con Google Lens

Una interessante novità invece è l’integrazione di Google Lens per fare ricerche sul Web sfruttando l’AI, per esempio con Assistant e Foto Lens è in grado di fornire maggiori informazioni sui luoghi di interesse, su libri, animali e piante e riconosce il testo.

Una scelta questa molto intelligente, anche rispetto a Galaxy S9 con Samsung che insiste nella proposta Bixby che tuttavia tarda ad offrire servizi all’altezza nel nostro Paese.

C’è un tasto dedicato per attivare queste funzioni ed è collocato appena sotto il tasto del volume. Con un tocco si avvia Google Assistant, mentre con due tocchi si attiva proprio Google Lens. E’ questa una delle novità più interessanti.

Tenendo premuto il tasto si parla con Assistant come si fa di solito con i walkie talkie, con la capacità del microfono di eliminare i rumori per consentire, eventualmente anche di parlare da una distanza maggiore del consueto.

AMCOMPUTERS

Lascia un commento