Pop OS Sistema Operativo derivato da Ubuntu

Pop OS Sistema Operativo derivato da Ubuntu

Pop OS Sistema Operativo derivato da Ubuntu

Windows 10 sarà supportato almeno fino a ottobre 2025

con il rilascio di aggiornamenti di sicurezza

ma i vecchi PC Windows 7 sono ormai abbandonati al loro destino

Non si contano invece le distribuzioni Linux

che possono essere utilizzate per rivitalizzare i vecchi PC

 

In altre parole, Tra le varie distribuzioni Linux una di quelle che si stanno mettendo

maggiormente in risalto è Pop OS non è soltanto un’ennesima derivata di Ubuntu

ma una piattaforma capace di massimizzare la produttività degli utenti

Pop OS Sistema Operativo derivato da Ubuntu

Fonte

Pop OS Sistema Operativo derivato da Ubuntu

 

In altre parole, Grazie ai suoi requisiti Pop OS è un sistema operativo ideale per i vecchi PC

ma ovviamente niente esclude che possa essere utilizzato come scelta primaria su un

nuovo PC o in dual oppure multi-boot con Windows o con altre distribuzioni Linux.

 

Ad esempio System76, azienda statunitense specializzata nella vendita di computer di tipo

notebook, desktop e server: Pop OS è la distribuzione preinstallata su tali sistemi

 

In altre parole, Pop OS è una distribuzione derivata da Ubuntu che viene distribuita in

versione a 64 bit per le piattaforme x86-64 e ARM64.

 

Pop OS viene distribuita in una versione “generica”, una ottimizzata per i PC dotati di GPU

NVidia e un’altra destinata ai single-board computer Raspberry Pi 4.

 

Inoltre, Il desktop environment che usa Pop OS è GNOME che gli sviluppatori del progetto

hanno però voluto significativamente migliorare ad esempio per ciò che riguarda la barra

delle applicazioni (Dock) e con l’introduzione di uno splendido windows manager

per la gestione delle finestre aperte

 

In conclusione, I requisiti per l’installazione di Pop OS sono minimali: basta un sistema con

2 GB di RAM e 20 GB di storage interno.

 

Anche se è consigliabile usare una macchina con almeno 4 GB di RAM, il sistema operativo

è sempre scattante.

 

L’utilizzo della versione con i driver proprietari NVidia già preinstallati permette di

massimizzare le prestazioni grazie all’accelerazione hardware.

AMCOMPUTERS

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]