Vivo Y70s 5G con Fotocamera da 48 Megapixel

Vivo Y70s 5G con Fotocamera da 48 Megapixel

Vivo Y70s 5G con Fotocamera da 48 Megapixel

Vivo si prepara alla presentazione di un nuovo smartphone 5G

denominato Y70s disponibile in numerose colorazioni

tra cui un inaspettato rosa.

In altre parole, Il comparto fotografico prevede

un modulo a tre sensori dedicati alle riprese grandangolari

(48 MP) e probabilmente ultragrandangolari e ToF.

Presente ormai l’immancabile sensore di impronte digitali integrato sotto il display.

Pertanto, A completare il quadro il produttore ha installato una batteria da 4500 mAh

con supporto alla ricarica rapida a 18 Watt tramite porta USB Type-C.

A bordo il sistema operativo Android 10.0 con interfaccia Vivo Funtouch 10.0.

Vivo Y70s 5G con Fotocamera da 48 Megapixel

Fonte

Vivo Y70s 5G con Fotocamera da 48 Megapixel

In altre parole secondo il sito Weibo ecco le caratteristiche secondo i rumor

Vivo Y70s 5G 

  • Ampio display con singola fotocamera anteriore in un foro posizionato nell’angolo superiore sinistro;
  • Compatibilità con le reti di nuova generazione 5G;
  • 8GB di RAM e 128GB di storage interno;
  • SoC Exynos 880 – finora non ancora presentato da Samsung;
  • Tripla fotocamera posteriore con LED flash e sensore principale da 48MP;
  • Sensore per il riconoscimento delle impronte digitali laterale;
  • Batteria da 4.500 mAh.

 

Vivo ha una filiera produttiva che tende a distaccarsi dai produttori di smartphone.

Tolte le aziende come Huawei che possono affidarsi alle proprie soluzioni

tutte devono fare affidamento a Qualcomm e MediaTek.

 

Vivo Y70s 5G con Fotocamera da 48 Megapixel e Exynos 880

Pertanto tutto può cambiare nel prossimo futuro, come indicano i rumors dei lavori

per la realizzazione di un chipset proprietario

Fino a quel momento, però, si vocifera che Vivo possa tornare ad affidarsi ad un SoC

Samsung, con un Vivo Y70s basato sull’inedito Exynos 880.

 

In conclusione, Il presunto Vivo Y70s nei benchmark è stato identificato con il codice

V2002A, lo stesso che contraddistingue lo smartphone certificato dal 3C

con un caricabatteria da 18W fornito in dotazione.

 

I dati forniti da Geekbench si limitano a processore, memoria RAM e sistema operativo

quanto basta per iniziare a dare una prima collocazione al dispositivo.

Il chip utilizzato è infatti un Exynos 880, pensato proprio per permettere di implementare

la connettività 5G su dispositivi meno costosi.

AMCOMPUTERS

[Voti: 1   Media: 5/5]

Lascia un commento