CrossHelmet il casco smart sicuro e connesso a Internet

CrossHelmet il casco smart sicuro e connesso a Internet

CrossHelmet il casco smart sicuro e connesso a Internet

Viaggi in moto più sicuri, rilassanti e… connessi. Sono le promesse di CrossHelmet, il casco intelligente sviluppato dalla start-up giapponese Borderless.
Grazie alle più nuove tecnologie gli esperti dell’azienda sono riusciti a rivoluzionare, nel vero senso della parola, un oggetto che è rimasto praticamente immutato da più di 100 anni Cuore di CrossHelmet è l’head-up display, una coppia di lenti trasparenti che scendono davanti agli occhi del pilota e gli mostrano in tempo reale tantissime informazioni relative al viaggio, al percorso, al traffico e al veicolo.

CrossHelmet il casco smart sicuro e connesso a Internet

Fonte

CrossHelmet il casco smart sicuro e connesso a Internet

Sulla parte posteriore del casco è posizionata una videocamera che riprende con un angolo di 170° ciò che succede alle spalle del pilota e lo proietta sul display. Questo dispositivo, insieme alla particolare forma della visiera che amplia la visione periferica rispetto ai caschi convenzionali, elimina ogni punto cieco e offre al motociclista una vista a 360° su ciò che lo circonda. A tutto vantaggio della sicurezza.

Il casco si collega via bluetooth allo smartphone ed è in grado di gestire con comandi vocali le chiamate in ingresso e in uscita, la musica, e tutte le funzionalità che possono essere controllate con un comune auricolare.

Grazie alla app dedicata CrossHelmet può mostrare sul display anche mappe e indicazioni stradali ed essere così utilizzato come un sofisticatissimo navigatore GPS.

Utilissima la funzione che permette di abbassare il volume dei rumori ambientali: il microfono del casco è in grado di isolare i suoni del motore, della strada o del vento, sopprimerli elettronicamente e contemporaneamente esaltare le voci o i suoni utili come il fischietto del vigile, la sirena di un mezzo di soccorso o l’audio della telefonata in corso.

In questo modo il pilota ridurrà lo stress perchè non sarà frastornato dal traffico e allo stesso tempo non perderà le informazioni sonore importanti che gli arrivano dall’ambiente.

AMCOMPUTERS

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Lascia un commento