Google sta testando le email che si autodistruggono

Google sta testando le email che si autodistruggono

Google sta testando le email che si autodistruggono Google ha inserito una nuova funzione per la nuova versione di Gmail con scadenza email.

Google sta lavorando su un nuovo design del brand per la versione web di Gmail. Ma questa non è la notizia più interessante, Ha infatti introdotto una nuova funzione nel nuovo Gmail: presto gli utenti avranno la possibilità di mandare delle email con scadenza.

Lavorare su un servizio di posta elettronica può essere molto dura, in quanto bisogna essere compatibile con ogni sorta di provider e client di posta e-mail Ma questo non sembra fermare Google dato che l’azienda si sta evolvendo oltre i semplici protocolli POP3/IMAP/SMTP.

Le email con scadenza di Gmail funzionano in maniera del tutto simile a quelle di ProtonMail dopo un determinato tempo, l’email diventa illeggibile. Nella schermata di composizione, ci sarà una piccola icona chiamata “confidential mode”. Ciò significa che il destinatario non potrà inoltrare, copiare e incollare, scaricare o stampare il contenuto dell’email.

L’utente potrà configurare la data di scadenza dell’email in maniera tale che questa scompaia dopo una settimana, un mese o anni. E sarà possibile chiedere al destinatario di confermare la sua identità tramite un passcode che riceverà via SMS.

In verità al momento, cliccando su “Ulteriori Informazioni”, aprendo gli articoli della guida di Google comparirà “page was not found”. Il che significa che la funzione non è ancora pronta per il pubblico.

Google sta testando le email che si autodistruggono

Fonte

Google sta testando le email che si autodistruggono

Dalla parte del destinatario invece, se un utente utilizza la versione già esistente di Gmail, riceve un link per visualizzare l’email confidenziale. Dopodiché dovrà accedere di nuovo al proprio account Google per visualizzare il contenuto Durante la visualizzazione le opzioni di copia e incolla e di stampa vengono effettivamente disattivate, ma sembra sia comunque possibile eseguire lo screenshot dei contenuti della email.

Non è chiaro se questa funzione sarà compatibile per gli utenti che non sono Gmail, poiché viene chiesto di accedere all’account Google per visualizzare i contenuti confidenziali Non è chiaro inoltre se questa integrazione funzionerà meglio in futuro, quando tutti useranno il nuovo Gmail.

Google sta testando le email che si autodistruggono

Ad esempio, quando un utente di ProtonMail manda un’email con scadenza ad un altro utente ProtonMail, appare come una normale email nella Posta in arrivo. Alla scadenza poi viene automaticamente eliminata sia dalla posta in arrivo del destinatario che dalla posta inviata del mittente.

Nell’attuale implementazione di Gmail, sembra che Google generi semplicemente un’email con un link.

Il messaggio dietro il link scompare dopo un po’, senza che lo faccia anche l’email “intermediaria”.

Vale anche la pena sottolineare che Google non menziona la crittografia end-to-end ovunque.

Un messaggio “confidenziale” non ha bisogno di essere crittografato. E’ come se Google potesse ancora vedere a quel punto il contenuto del messaggio e aderire ai warrant.

AMCOMPUTERS

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

Lascia un commento