I nuovi smartphone di Doro pensati per gli over sessantacinque

I nuovi smartphone di Doro pensati per gli over sessantacinque

I nuovi smartphone di Doro pensati per gli over sessantacinque

Due nuovi smartphone per gli utenti in età più avanzata. Sono quelli presentati al Mobile World Congress di Barcellona da Doro, azienda svedese che dedica le sue produzioni proprio ai cosiddetti senior. I device in questione sono i modelli Doro 8035 e Doro 7060. Il primo è molto simile a uno smartphone comune, con un ampio display touch screen. Le funzioni, tuttavia, sono dimensionate e indirizzate agli over sessantacinque. Doro 8035 è inoltre dotato della funzione Team Viewer che offre accesso completo al device e una gestione da remoto dello smartphone per consentire ad amici e familiari di dare supporto all’utente, indipendentemente da dove si trovi. Doro 7060, invece, ricorda il telefonino di qualche anno fa: chiusura a conchiglia e – anche stavolta – funzioni e dimensioni adatte agli utenti senior.

I nuovi smartphone di Doro pensati per gli over sessantacinque

Fonte
I nuovi smartphone di Doro pensati per gli over sessantacinque
Secondo una ricerca europea condotta da Doro, l’uso di smartphone tra i senior (utenti con più di 65 anni) sta crescendo sempre di più e le richieste all’interno di questo gruppo stanno diventando sempre più diverse. Quasi la metà (46%) degli anziani si sente insicura quando si tratta di tecnologia, mentre l’altra metà (54%) gestisce la tecnologia con maggiore facilità e richiede un insieme più ampio e vario di funzionalità.
Smart care a distanza
Secondo un’indagine condotta da Doro, il 24% della popolazione europea presta assistenza a una persona anziana e il 61% di loro afferma di essere spesso preoccupato che possano capitare incidenti come per esempio cadute o ferite. Ed è partita da qui l’idea di una nuova soluzione di SmartCare presentata sempre a Barcellona. La soluzione di assistenza tecnologica è dotata di un home gateway e di sensori intelligenti collegati al servizio cloud My Doro. In tal modo, si possono connettere i sensori con lo smartphone e con le unità che appartengono a fornitori di assistenza, ai parenti e agli anziani. Il sistema è autocalibrante del comportamento individuale ed è in grado di rilevare gli incidenti e di segnalare l’allarme in tempo reale ai parenti o i fornitori di assistenza. Doro SmartCare si basa su un’architettura di sistema aperta in modo da assicurare la connettività verso sensori e dispositivi di terze parti.

AMCOMPUTERS

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Lascia un commento