Malware travestiti da immagini per creare monete virtuali

Malware travestiti da immagini per creare monete virtuali

Malware travestiti da immagini per creare monete

virtuali i cybercriminali attaccano le vittime

installando dei software ileciti utilizzati

Gli hacker continuano a infettare gli utenti con malware

che servono per scaricare sui computer programmi

per generare criptovalute.

 

Tuttavia, Dopo il caso scoperto da Kaspersky Lab

un’indagine condotta da un gruppo di ricercatori di IBM X-Force conferma l’impiego

di virus per creare monete virtuali Lo stratagemma segue sempre lo stesso i cybercriminali

attaccano le vittime con l’obiettivo di installare sulle macchine dei miner

software leciti per produrre le criptovalute.

 

Inoltre, Il reparto di IBM, dedito alla sicurezza informatica, ha rilevato l’attività malevola

degli hacker monitorando server e sistemi aziendali da gennaio ad agosto 2021.

 

Il team di esperti ha così potuto individuare numerose violazioni informatiche, volte a

installare i tool per generare la moneta virtuale.

 

Gli hacker infettavano prima i CMS con i Malware travestiti da immagini di alcune

piattaforme, da cui poi venivano scaricati i programmi usati per le attività di mining.

Malware travestiti da immagini per creare monete virtuali

Fonte

Malware travestiti da immagini per creare monete virtuali
Utilizzate false immagini

In altre parole i software erano nascosti su Joomla, WordPress e Jboss.

Una volta che gli autori degli attacchi erano riusciti a bucare le piattaforme, inserivano

l’installer, il programma che server per installare i miner

all’interno di alcune false immagini.

 

Malware travestiti da immagini per creare monete virtuali

Secondo sempre la scoperta di IBM X-Force, gli hacker hanno colpito in modo particolare

il settore industriale, I ricercatori non sono riusciti a ricostruire la portata dell’attacco e il

numero delle aziende compromesse

 

Gli autori degli attacchi hanno infettato le piattaforme per nascondere soprattutto una

versione modificata di Minerd, un programma lecito che serve per creare criptovalute.

 

Perché sono cresciuti i “mining malware”

Lo scopo degli hacker, come visto, era appunto creare criptovalute. Tra le varie monete

virtuali, pare che i cybercriminali fossero interessati soprattutto a generare Monero.

 

Il mining è molto complesso e richiede computer performanti. Ecco perché di recente sono

aumentati questi tipi di attacchi informatici.

AMCOMPUTERS

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]

Lascia un commento