Microsoft attacca la più grande rete criminale online

Microsoft attacca la più grande rete criminale online

Microsoft attacca la più grande rete criminale online

Microsoft e i suoi partner in 35 paesi hanno adottato

misure legali e tecniche coordinate per interrompere

una delle botnet più prolifiche del mondo chiamata Necurs

che ha infettato oltre nove milioni di computer a livello globale.

Tuttavia, Questa interruzione è il risultato di otto anni di monitoraggio

e pianificazione e contribuirà a garantire che i criminali

non siano più in grado di utilizzare elementi chiave della sua infrastruttura

per eseguire attacchi informatici.

In altre parole, Necurs, come altre botnet è formata da una rete criminale

di computer infettati con software malevolo per commettere reati informatici

Microsoft attacca la più grande rete criminale online

Fonte

Microsoft attacca la più grande rete criminale online

 

Tuttavia, Il primo avvistamento di Necurs risale al 2012, si ritiene che e la più grande

rete criminale online creata e gestita dalla Russia, mentre è accertato che le azioni poste

in essere tramite la botnet siano molto consistenti sulla rete

 

Tuttavia, Per avere un parametro di riferimento, basti pensare che in un periodo

di 58 giorni un solo computer ”infettato” da Necurs ha inviato 3,8 milioni di email

di spam a oltre 40,6 milioni di potenziali vittime sulla rete online

 

Microsoft attacca la più grande rete criminale online

Microsoft sta inoltre compiendo il passo aggiuntivo di collaborare con provider di servizi

Internet (ISP) e altri in tutto il mondo per liberare i computer dei loro clienti dal malware

associato alla botnet Necurs.

 

In altre parole e un risanamento è di portata globale e prevede la collaborazione

con partner dell’industria, del governo e delle forze dell’ordine tramite il programma

Microsoft Cyber ​​Threat Intelligence (CTIP).

 

In altre parole, Tramite CTIP, Microsoft fornisce alle forze dell’ordine

e alle squadre governative di risposta alle emergenze informatiche (CERT)

agli ISP e alle agenzie governative responsabili dell’applicazione delle leggi cibernetiche

e della protezione delle infrastrutture critiche

 

Microsoft attacca la più grande rete criminale online

In conclusione, delle infrastrutture informatiche di rete criminale online

situate nella loro giurisdizione, nonché un visione di computer e vittime compromessi

colpiti da tale infrastruttura sulla rete

AMCOMPUTERS

[Voti: 1   Media: 5/5]

Lascia un commento