Microsoft lancia allarme Pc Windows a rischio Sicurezza

Microsoft lancia allarme Pc Windows a rischio Sicurezza

Microsoft lancia allarme Pc Windows a rischio Sicurezza, Microsoft consiglia di passare a Windows 10 per avere piu sicurezza nei vostri Pc.

Microsoft ha rivelato una grossa vulnerabilità di sicurezza di Windows che potrebbe consentire di attaccare i PC in maniera simile al 2017 da WannaCry, il ransomware che qualche anno fa ha seminato il panico bloccando i computer anche di organizzazioni sanitarie ed ospedali.

Microsoft ha provveduto a rilasciare delle patch per i sistemi Windows, anche su XP, ma alcuni recenti rapporti hanno rivelato che attualmente a livello mondiale è presente almeno un milione di sistemi connessi ad internet che possono essere attaccati.

Microsoft lancia allarme Pc Windows a rischio Sicurezza

Fonte

Microsoft lancia allarme Pc Windows a rischio Sicurezza

“Microsoft è sicura che esista un exploit per questa vulnerabilità. Sono passate solo due settimane da quando il fix è stato rilasciato e non c’è alcun segno che ci porta ad un worm in grado di sfruttare l’exploit. Questo però non significa che siamo fuori dai guai” ha affermato Simon Pope del Microsoft Security Response Center (MSRC).

Pope nota come l’exploit EternalBlue, la cui patch è disponibile da circa due mesi, sia trapelato pubblicamente, consentendo agli hacker di creare liberamente dei malware in grado di sfruttarlo. La nuova falla BlueKeep ancora non è stata resa pubblica, ma ciò non esclude la presenza di malware, ecco perchè il colosso di Redmond invita pubblicamente gli utenti a tenere aggiornati i sistemi.

Il nuovo exploit di sicurezza BlueKeep consente l’esecuzione di codie da remoto su Windows XP, Windows 7, Windows 8.1 e versioni server del sistema operativo come Windows Server 2003, Windows Server 2008 R2 e Windows Server 2008, build dell’OS che continuano a costituire una grande fetta delle macchine Windows ancora in uso a livello mondiale, specialmente in ambienti aziendali.

La falla scoperta permetterebbe agli hacker di scagliare attacchi in remoto, mandando in crash l’OS di Redmond  i cyber criminali avrebbero vita facile nel mettere in pratica i famigerati e pericolosi attacchi DDoS.

La vulnerabilità, come riportano gli esperti di US-CERT, Il bug rientrerebbe all’interno dei cosiddetti zero-day, virus e falle sconosciute agli sviluppatori e che sono sfruttate dagli hacker. Il problema si manifesterebbe nella gestione del SMB, un protocollo usato per la condivisione di file e stampanti.

AMCOMPUTERS

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

Lascia un commento