Come proteggere iCloud da un attacco hacker

Come proteggere iCloud da un attacco hacker

Come proteggere iCloud da un attacco hacker

Negli ultimi tempi gli utenti che usano un Mac sono stati messi in allarme da un nuovo attacco hacker. I cyber criminali sfruttando una falla presente nel servizio iCloud riescono ad accedere al dispositivo della vittima, cambiano il codice d’accesso, e richiedono un riscatto per fornire la nuova credenziale I cyber criminali che agiscono sfruttando le vulnerabilità di iCloud quasi sempre richiedono un riscatto in Bitcoin e stando a diverse società per la sicurezza informatica ultimamente anche gli iPhone e alcuni iPad sono stati presi di mira.

Come proteggere iCloud da un attacco hacker

Fonte

Come proteggere iCloud da un attacco hacker

Come proteggere iCloud da un attacco hacker
Questo perché la falla presente all’interno del servizio iCloud può essere sfruttata sia su piattaforma operativa MacOS che su iOS. Questa nuova minaccia però non deve far crescere l’isteria. Apple ha dichiarato che al momento le funzioni di iCloud, come quella Trova il mio iPhone, sono sicure e che le password sono state rubate tempo fa. In pratica secondo Cupertino il rischio è passato. Ma per i meno fiduciosi ecco come mettere in sicurezza iCloud.

Come difendersi dagli hacker

Il primo passaggio è anche quello più scontato. Per rendere più sicuro il nostro Mac o il nostro iPhone dobbiamo modificare la password di iCloud. In questo modo se il nostro codice d’accesso fosse stato rubato in passato eviteremo di lasciare la porta aperta ai cyber criminali. Evitiamo poi di utilizzare la stessa password su ogni servizio Apple che abbiamo. Altrimenti l’hacker una volta rubata la chiave d’accesso di iCloud avrà la possibilità di rubare ogni nostra informazione. Per migliorare la sicurezza poi è fondamentale abilitare la verifica in due fattori. È consigliabile anche impostare un codice d’accesso Apple per proteggere l’accensione del dispositivo e il lancio di alcuni programmi. In questo modo possiamo proteggere le app dove effettuiamo pagamenti o dove salviamo documenti molto importanti. L’ultimo consiglio è quello di disattivare la funzione Trova il Mio iPhone. Perché è sfruttando questo servizio Apple che gli hacker bloccano il telefono a distanza allo scopo di richiedere il riscatto.

AMCOMPUTERS

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Lascia un commento