Cybercrime Posta Certificata sotto attacco Ransomware

Cybercrime Posta Certificata sotto attacco ransomware

Cybercrime Posta Certificata sotto attacco ransomware Il cybercrime usa la PEC, per diffondere malware, trojan o il ransomware cryptolocker.

I ricercatori di Eset Italia hanno scoperto negli ultimi giorni un massiccio attacco di mail pericolose alla Posta Certificata con allegati in grado di infettare il sistema con un “ransomware”.

Un malware che prende il controllo del dispositivo bloccandone la memoria e chiedendo un riscatto in criptovaluta.

l’invio avviene tramide file PDF da indirizzi email che potrebbero trarre in inganno in quanto mascherati, al punto da sembrare attendibili

In alcune circostanze il mittente è l’Agenzia delle Entrate

Cybercrime Posta Certificata sotto attacco

Fonte

Cybercrime Posta Certificata sotto attacco ransomware

l’e-mail si presenterebbe in questo modo:

Oggetto: Emissione fattura SS059656″

 

Buongiorno Allegata alla presente email Vi trasmettiamo copia PDF di cortesia della fattura in oggetto. Documento privo di valenza fiscale ai sensi dell’art. 21 Dpr 633/72. L’originale e disponibile all’indirizzo telematico da Lei fornito oppure nella Sua area riservata dell’Agenzia delle Entrate”.

Gli esperti di Eset Italia consigliano di avere la massima attenzione, di non aprire assolutamente il file “.pdf” o altri tipi di allegato, se il mittente è sconosciuto o con nomi poco credibili

Se il mittente è attendibile, ma il contenuto della comunicazione risulta sospetto o simile a quello appena riportato, è opportuno chiedere direttamente conferma al mittente.

Il cybercrime usa l’esca delle tasse, associata alla PEC, in nuovi attacchi in Italia per diffondere malware, trojan o il ransomware cryptolocker.

è necessario proteggere la propria casella di posta elettronica, usando password robuste ed esclusive per ogni profilo.

Consigliamo di usare sistemi di autenticazione a due fattori e periodicamente effettuare il backup dei file.

Le informazioni saranno così recuperabili anche in caso di infezione da malware, soprattutto di tipo ransomware.

Infine,consigliamo di tenere sempre aggiornato il sistema operativo e tutti i software per ridurre gli attacco ransomware

AMCOMPUTERS

[Voti: 1   Media: 5/5]

Lascia un commento