Facebook Hotline app simile a Clubhouse

Facebook Hotline app simile a Clubhouse con Video

Facebook Hotline app simile a Clubhouse con Video

L’interfaccia di Hotline, almeno quella dell’app beta

è molto semplice e simile a quella di Clubhouse:

si basa su una bacheca in cui compaiono tutte le live in corso

e sulle stanze è possibile vedere tutti i partecipanti collegati.

Tuttavia, per iscriversi a Hotline serve un profilo Twitter e non Facebook.

 

L’app, comunque, sembrerebbe rivolta soprattutto al mondo del business i creator ai quali

punta Facebook sono gli imprenditori.

 

In altre parole, Facebook Hotline rispetto Clubhouse consente la creazione di stanze

virtuali per discutere di un qualsiasi argomento, aggiungendo però alla formula

un elemento, la componente video.

Facebook Hotline app simile a Clubhouse con Video

Fonte

Facebook Hotline app simile a Clubhouse con Video

 

I creatori sono infatti in grado di attivare la loro fotocamera o webcam e mostrarsi

al pubblico collegato La homepage del sito ufficiale al momento

mostra questo messaggio se ci si connette dall’Italia.

 

La nuova Hotline, tuttavia, non si rifà tanto a tbh quanto a Clubhouse.

La sua interfaccia utente, infatti, ricorda moltissimo quella di Clubhouse.

 

Nella parte superiore della schermata è presente una sezione che mostra tutti i dettagli

di chi parla, Chi ospita l’evento è identificato con un’immagine circolare o con lo streaming

in caso di video. Sotto ci sono gli ascoltatori dell’evento.

 

In altre parole, Un’importante differenza tra Hotline e Clubhouse è che nel caso dell’app

di Facebook le sessioni vengono registrate.

 

Per Clubhouse si è ritenuto che non registrare le sessioni avrebbe permesso ai partecipanti

di esprimersi in maniera più disinvolta e senza timori di sorta.

 

Hotline, invece, registra automaticamente le sessioni e subito dopo l’evento il gestore

riceve due file, uno in mp3 e l’altro in mp4, con la registrazione completa.

 

A quel punto si può decidere di caricare le registrazioni su YouTube o Facebook

di utilizzarle all’interno di podcast, di montarle come si preferisce e altro ancora.

AMCOMPUTERS

Lascia un commento