Google pronta ad acquisire HTC

Google pronta ad acquisire HTC

Google pronta ad acquisire HTC

La notizia è data per certa dai media di Taiwan, Stato in cui HTC ha sede: pare che l’acquisizione sia ormai alle battute finali, ma non ci sono indicazioni sul prezzo che Google sarebbe pronta a sborsare.Come già accaduto a Motorola, per HTC diventare parte di Google può significare la salvezza: il calo delle vendite degli smartphone e le difficoltà che sta avendo il settore dedicato alla realtà virtuale hanno spinto l’azienda a cercare qualche soluzione che le permetta di sopravvivere, e Google in questo scenario sarebbe la migliore opzione possibile.Dal punto di vista di Google stessa, invece, la mossa a prima vista ha del misterioso: appena tre anni fa, come ricordavamo poc’anzi, s’è liberata di Motorola cedendola a Lenovo per 2,9 miliardi di dollari.

Google pronta ad acquisire HTC

Fonte
Google pronta ad acquisire HTC
Da allora a Mountain View hanno preferito continuare a commercializzare prodotti con il proprio logo – come i Nexus e i Pixel – ma facendoli produrre da terze parti.
D’altra parte, appena l’anno scorso Google ha dato vita a una nuova divisione hardware a capo della quale ha messo Rick Osterloh, ex presidente di Motorola: proprio questa divisione è la responsabile degli smarpthone Pixel (prodotti in collaborazione con HTC), che hanno riscosso recensioni positive.
Dopo aver deciso di tagliare tutto ciò che non costituisce il proprio core business, Google sembra insomma aver preferito tornare sui propri passi e investire in quella che al momento è una realtà in crescita.

E pensare che solo fino a pochi anni fa, nel 2011, la capitalizzazione di HTC aveva raggiunto circa 900 miliardi di dollari taiwanesi, il suo massimo storico; nel 2009 HTC era il principale produttore di smartphone Windows Phone mentre nel 2011 era considerato fra i principali e migliori produttori di smartphone Android, riuscendo a conquistare una buona quota di mercato.

Sono bastati circa 4 anni per ribaltare l’intera situazione finanziaria e passare dalle stelle alle stalle: nonostante la bontà alcuni dei suoi prodotti, come la sua ultima serie di smartphone One, HTC non è riuscita a sostenere la competizione di Apple da una parte e degli altri produttori Android dall’altra, perdendo quote anno dopo anno e arrivando a toccare l’irrilevanza. Difficile ora prevedere il futuro per un’azienda così in crisi; visto il suo valore di mercato attuale non è da escludere che non possa essere acquistata da un rivale, uscendo così definitivamente dal mercato.

AMCOMPUTERS

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Lascia un commento