Messaggi truffa su WhatsApp sul Green Pass

Messaggi truffa su WhatsApp sul Green Pass Attenzione

Messaggi truffa su WhatsApp sul Green Pass Attenzione

Il Green pass è pronto per essere scaricato

da milioni di cittadini, ma attenzione c’è il rischio

di ricevere link e sms fasulli, che nascondono una truffa.

Dalla Toscana al Veneto, dalla Liguria alla Sicilia

cominciano ad arrivare le prime segnalazioni di finte

comunicazioni su Whatsapp riguardo il certificato di immunità

da Covid-19, a pochi giorni dall’emissione in Italia.

 

In altre parole, Nelle chat di WhatsApp di mezza Italia Messaggi truffa stanno cominciando

a circolare un messaggio con questo testo falso:

 

“In questo link puoi scaricare il certificato verde che ti permette liberamente

di muoverti in tutta Italia senza mascherina”.

 

Tuttavia, cliccando sul finto link si viene indirizzati a una schermata con immagini e

grafiche verosimili ma finte, che inducono a pensare si tratti di un sito istituzionale.

 

Dopodichè su WhatsApp vi apparirà la richiesta di inserire il proprio numero di telefono

nel migliore dei casi, di derubare la vittima di tutto il credito del cellulare, tramite

l’iscrizione ad abbonamenti servizi di loghi, suonerie o altro.

Messaggi truffa su WhatsApp sul Green Pass Attenzione

Fonte

Messaggi truffa su WhatsApp sul Green Pass Attenzione

 

In altre parole, Il documento digitale emanato dal governo per partecipare, ad esempio

a eventi pubblici, accedere alle Rsa e spostarsi sul territorio nazionale tra zone ad alto

rischio epidemiologico, sarà inviato a circa 5 milioni di cittadini al giorno con

comunicazione esclusivamente tramite SMS o e-mail.

 

Tuttavia, a creare molti dubbi è stata proprio la scelta di queste modalità, che si prestano

tipicamente a tentativi di phishing e raggiri on-line.

 

Messaggi truffa su WhatsApp sul Green Pass Attenzione

Tuttavia, vi ricordo che Per ottenere il Green pass si può scaricare il certificato accedendo

a diverse piattaforme: tramite SPID, CIE, numero di tessera sanitaria

(o del documento di identità) e il codice all’indirizzo http://www.dgc.gov.it oppure al sito

dei fascicoli sanitari regionali o attraverso l’app Immuni 

 

In conclusione, Ma in tutti i casi dopo aver ricevuto una notifica via SMS o e-mail

con il codice per la doppia autentificazione.

AMCOMPUTERS

Lascia un commento