Microsoft presenta Windows 365 Cloud PC

Microsoft presenta Windows 365 Cloud PC Ufficiale

Microsoft presenta Windows 365 Cloud PC Ufficiale

Microsoft infatti lancia un servizio per consentire

almeno in questa prima fase, alle aziende di crear

e un computer virtuale, che viene incasellato

nella nuova categoria “Cloud PC”, ospitato all’interno

dell’infrastruttura di Microsoft Azure: con Windows 365

quindi, il computer dei lavoratori diventa accessibile

da dovunque e con qualunque dispositivo, mantenendo i dati e la gestione centralizzati.

 

In altre parole, Windows 365 Cloud PC non è una novità assoluta Già da tempo per le

aziende è possibile creare una VDI, o Virtual Desktop Infrastructure, su Microsoft Azure

si sfrutta la potenza di calcolo dei server di Microsoft per creare delle macchine virtuali

su cui viene eseguito Windows 10 (e Windows 11 una volta che sarà lanciato)

 

Tuttavia, Il vantaggio di Windows 365 è duplice: da un lato le aziende non hanno

necessità di fornire hardware specifico ai lavoratori, che possono utilizzare il proprio

computer o un dispositivo di fascia bassa; dall’altro i dati rimangono sul cloud

e non sono dunque fisicamente presenti sui dispositivi

Microsoft presenta Windows 365 Cloud PC Ufficiale

Fonte

Microsoft presenta Windows 365 Cloud PC Ufficiale

 

In conclusione, Microsoft dice che con i Cloud PC con Windows 365 sarà possibile non solo

avere a disposizione i propri dati e applicazioni dovunque, ma sarà anche possibile

cambiare dispositivo da cui ci si collega al servizio e riprendere il lavoro senza interruzioni

 

essendo dati e applicazioni ospitati in cloud, la sessione non cambia con il dispositivo

da cui ci si connette, L’avvio di Windows 365 è istantaneo e l’esperienza dipenderà dalla

velocità di connessione, con requisiti minimi che ci si aspetta essere comunque ridotti.

 

Tuttavia, Windows 365 Cloud PC sarà disponibile a partire dal 2 agosto in due edizioni

Windows 365 Business e Windows 365 Enterprise.

 

Non sono ancora noti i prezzi Ulteriori informazioni sono contenute nell’articolo

pubblicato da Microsoft sul suo blog.

AMCOMPUTERS