Puntare le Telecamere sulla strada e Legge

Puntare le Telecamere sulla strada e Legge

Puntare le Telecamere sulla strada e Legge, Per essere in regola, basta avere cartelli che avvisino della presenza della videosorveglianza.

la Cassazione da il consenso alle telecamere installate sulle mura perimetrali esterne di palazzi e singole abitazioni, e puntate a riprendere quello che accade nella pubblica via: i cittadini che le posizionano per tutelare la sicurezza dei loro beni, propria e dei familiari, non commettono alcun reato nei confronti delle altre persone che vivono o lavorano nella stessa strada. Per essere in regola con la legge, basta che appositi cartelli avvisino della presenza del sistema di videoripresa.

La sentenza arriva da un fatto specifico nelle scorse ore hanno assolto a formula piena due proprietari di appartamento condannati da una precedente sentenza a ben sei mesi di detenzione per “violenza privata”.

Il vicinato non era però d’accordo con a presenza di questo grande fratello e si era mosso contro i due. La scelta aveva infatti suscitato molte proteste. Adesso, sulla possibilità di adottare questo metodo si è però espressa la corte, stabilendo che la pratica è finalizzata alla sicurezza e soprattutto di minimo disturbo.

Puntare le Telecamere sulla strada e Legge

Fonte

Puntare le Telecamere sulla strada e Legge

Per la Cassazione verdetto 20270  “l’installazione di sistemi di videosorveglianza con riprese del pubblico transito non costituisce un’attività in sé illecita“. Ad avviso degli ‘ermellini’, “neppure è ravvisabile, nel prospettato cambiamento delle abitudini che si sarebbe registrato da parte di alcuni abitanti (con l’individuare percorsi alternativi per rientrare a casa e sottrarsi alle riprese)”

il reato di violenza privata “trattandosi di condizionamenti minimi indotti” dalla videosorveglianza E tali, comunque, “da non potersi considerare espressivi di una significativa costrizione della libertà di autodeterminazione”.

è sufficiente che “chiunque installi un sistema di videosorveglianza” provveda “a segnalarne la presenza” in modo che gli altri ne siano informati “prima di entrare nel raggio d’azione” delle telecamere.

AMCOMPUTERS

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Lascia un commento