Zoom Meetings rischio Privacy e Sicurezza

Zoom Meetings rischio Privacy e Sicurezza

Zoom Meetings rischio Privacy e Sicurezza

Zoom Cloud Meetings è una piattaforma web per meeting

In altre parole, Dà la possibilità di tenere videoconferenze

lezioni online e corsi didattici di ogni genere senza che ci sia bisogno

di essere presenti all’interno dell’aula.

Una piattaforma estremamente versatile

capace di adattarsi alle esigenze più disparate.

Zoom Meetings dopo il Boom della piattaforma molto utile

per smart working e videoconferenze e nella bufera Privacy e sicurezza a rischio

Zoom Meetings rischio Privacy e Sicurezza

Fonte

Zoom Meetings rischio Privacy e Sicurezza

 

Motherboard ha scoperto che in alcune circostanze gli utenti possono visualizzare i dati

personali di perfetti estranei, e nel frattempo sta crescendo il fenomeno del Zoom Bombing

in cui persone non autorizzate riescono a intrufolarsi nelle videoconferenze altrui

disturbandole in vari modi

 

In altre parole, La violazione della privacy è causata dalla funzione Company Directory

che permette a un utente di visualizzare le informazioni generiche

(nome, cognome, foto, email) di tutti i suoi colleghi.

 

Tuttavia, Zoom Meetings mostra all’utente tutti i contatti del dominio del suo indirizzo

email (la parte dopo alla @, per capirci), escludendo però chi possiede mail registrate

con domini pubblici, come Gmail.com o Live.com.

 

In altre parole, Chi si registra con mail pubbliche poco diffuse o comunque non filtrate

rischia di vedere tutti gli utenti dell’app che usano lo stesso servizio di posta elettronica.

Ad esempio, un utente ha fornito a Motherboard lo screenshot della sua lista di “colleghi”

(in realtà perfetti sconosciuti) che contava quasi 1.000 persone.

 

È stata confermata l’assenza dai filtri su Zoom Meetings di tre domini nei Paesi Bassi

come xs4all.nl, dds.nl e quicknet.nl, paragonati ai nostri fastweb.it o libero.it.

Zoom Meetings ha detto che i filtri vengono costantemente aggiornati e ha ringraziato

per la segnalazione, ma il problema è che intanto la violazione c’è stata.

 

In conclusione, Zoom Meetings dichiara che Nei prossimi 90 giorni si impegneranno a

dedicare le risorse necessarie ad identificare, affrontare e risolvere i problemi

AMCOMPUTERS

[Voti: 1   Media: 5/5]

Lascia un commento