Apple: Siri ascolta gli utenti di nascosto

Apple: Siri ascolta gli utenti di nascosto tramite lo Smartphone

Apple: Siri ascolta gli utenti di nascosto tramite lo Smartphone

Apple è nuovamente protagonista di una causa legale

sulla violazione della privacy degli utenti:

questa volta, si tratta dell’assistente vocale di iOS, Siri

accusata di ascoltare senza autorizzazione le conversazioni

degli utenti e di aver fornito i dati ad aziende di terze parti.

La notizia, riportata sul sito della Reuters, rivela la legittimità

legale delle accuse, riconosciuta dalla corte distrettuale di Oakland.

 

In altre parole, Si tratta di una problematica ampiamente diffusa, che riguarda anche altri

assistenti vocali, come Google Assistant ed Alexa, sempre più presenti nelle case

e nelle abitudini degli utenti

 

insieme ad essa, cresce il desiderio di vederci chiaro e ottenere le garanzie e trasparenza

su come le informazioni siano gestite da parte delle società.

Apple: Siri ascolta gli utenti di nascosto tramite lo Smartphone

Fonte

Apple: Siri ascolta gli utenti di nascosto tramite lo Smartphone

 

In altre parole, Il dubbio che i cellulari “spiino” gli utenti attraverso i microfoni, anche se

spenti è presente da anni tra i consumatori, ma nessuno è in grado di dimostrarlo.

 

Tuttavia, Alcuni ricercatori della Northeastern University di Boston hanno invece scoperto

che spesso le pubblicità che vengono proposte all’utenza sono dovute semplicemente

alle attività svolte online, alle quali spesso non si fa caso, e non all’uso del microfono.

 

Bisogna menzionare però che, in alcuni casi, le applicazioni segnalate registravano

di nascosto lo schermo dei dispositivi.

 

In conclusione vi ricordo che, le registrazioni vocali di Siri vengono salvate nei server Apple

per un periodo di sei mesi, così che possano essere utilizzate per “allenare” il sistema

a riconoscere in maniera più precisa la voce degli utenti e le loro richieste.

 

Trascorsi i 180 giorni, un’altra copia, questa volta anonima, è salvata di nuovo sui

server per un massimo di due anni e utilizzata sempre dalla casa di Cupertino

per affinare e sviluppare il suo assistente vocale digitale

 

Da iPhone si dovranno aprire le Impostazioni del dispositivo, cercare la voce Siri

e Cerca e disattivare la funzionalità “Abilita Hey Siri” e “Premi il tasto Home per Siri”

spostando l’interruttore da destra a sinistra.

 

Sempre nelle impostazioni, selezionare la voce Generali, poi Tastiera e, successivamente

disattivare “Abilita dettatura” per evitare che ciò che dettiamo al melafonino venga

registrato e conservato nei server della casa di Cupertino.

AMCOMPUTERS