Carte Contactless attenzione alle truffe e come evitarle

Carte Contactless attenzione alle truffe e come evitarle

Carte Contactless attenzione alle truffe e come evitarle

I pagamenti digitali hanno registrato una crescita

complice anche la pandemia che, almeno inizialmente

ha portato con sé una rinnovata diffidenza

verso il contante, e anche il Cashback di Stato.

In altre parole, al centro di questa transizione ci sono

le carte di pagamento, secondo una ricerca Mastercard

utilizzate già lo scorso anno da 8 italiani su 10, seguite da quelle contactless, ormai parte

delle abitudini consolidate per il 78% degli italiani.

 

Il contactless regna anche per quanto riguarda i pagamenti con gli smartphone, che sono

in crescita seguiti dai pagamenti con app dedicate e da quelli effettuati

attraverso app bancarie.

 

Tuttavia, il contactless è soggetto a truffa a cui si presta per via della propria natura

secondo alcuni, basterebbe avvicinare un POS portatile alla tasca di qualche ignaro per

sottrargli importi pari a 30 euro senza necessario digitare il PIN.

Carte Contactless attenzione alle truffe e come evitarle

Fonte

Carte Contactless attenzione alle truffe e come evitarle

 

In altre parole, il pagamento contactless, come suggerisce il nome, consente di pagare

senza contatto, ovvero senza dover inserire la tessera all’interno di un terminale

di pagamento ma semplicemente avvicinandola al lettore per portare a termine

una transazione, velocizzando così le operazioni sia per l’acquirente che per il venditore.

 

Tuttavia, Questo sistema di pagamento sfrutta l’RFID: l’acronimo sta per Radio Frequency

IDentification, ovvero identificazione a radio frequenza, che può essere integrata nelle

carte di credito, nelle carte di debito e nelle prepagate

 

Per capire se una carta è abilitata ai pagamenti contactless, basta controllare se presenta

l’apposito simbolino simile a quello della rete WiFi.

 

E proprio qui si annida la possibilità delle truffe basate sul contactless: basterebbe dotarsi

di un POS portatile, di quelli che non necessitano di stare collegati alla rete elettrica

e avvicinarsi alla tasca dove la vittima tiene la carta per effettuare una transazione

L’importante è che l’importo sia inferiore alla soglia oltre cui è necessario il PIN.

 

Carte Contactless attenzione alle Truffe e come evitarle

In conclusione, Le truffe contactless possono avvenire anche senza POS ma

semplicemente tramite l’utilizzo di uno smartphone con NFC dotato delle app giuste.

 

Un esempio è l’app Lettore carte di credito: liberamente scaricabile dagli store, permette

di leggere i dati pubblici sulle carte di pagamento compatibili con NFC e standard EMV.

AMCOMPUTERS

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]